Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Ostia Antica: Teatro e Piazzale delle Corporazioni

Ostia Antica, il Teatro
Ostia Antica, il Teatro

Il teatro di Ostia Antica

La struttura originaria del Teatro di Ostia, è di età augustea. L’edificio, insieme al retrostante Piazzale delle Corporazioni, dava vita ad un complesso dalle caratteristiche suggestive e monumentali, in grado di trasmettere a pieno il fascino dell’epoca. Costruito in opera reticolata, era in grado di ospitare 3000 spettatori, ed era dotato di un portico di tufo. Con Commodo, il Teatro visse una fase di ristrutturazione: si ricostruì, infatti, il Teatro in mattoni e venne ampliata la sua capacità, rendendolo in grado di ospitare 4000 spettatori. Al termine del IV secolo, la struttura fu restaurata da Ragonio Vincenzio Celso, il cui intervento si concentrò sul corridoio centrale d’ingresso.

Sempre in epoca tarda, il Teatro fu adattato a colimbetra, per ospitare spettacoli acquatici. Nel 1927, la struttura subì un altro intervento di restauro: nel portico, in particolare, si è concentrò su parte delle arcate. Anche il prospetto odierno della struttura, verso la via, è figlio dell’intervento operato nel 1927. Nell’ingresso principale, sono visibili degli stucchi presenti nella volta; l’orchestra, accessibile dal corridoio centrale e da due corridoi laterali, ha forma semicircolare ed dotata di pavimenti marmorei. La cavea, aveva anticamente tre ordini di posti, di cui ne restano, attualmente, due.

Ostia Antica, il Teatro
Ostia Antica, il Teatro

Piazzale delle Corporazioni

Il Piazzale delle Corporazioni, si presenta come un monumento simbolo di Ostia. E’, infatti, in grado di rispecchiare in pieno la realtà del vitale centro commerciale ostiense, in età imperiale. I mosaici presenti, ci forniscono uno sguardo diretto sugli scambi ed i commerci della città. Fu concepito come parte integrante del Teatro, in età augustea. Un corridoio si sviluppava su tre lati, il piazzale era dotato di undici ingressi, posizionati a nord. Sorse in seguito il vero e proprio portico ed il tempio, edificato al centro. Un successivo rialzamento, di probabile età adrianea, accompagnò il posizionamento di un’altra fila di colonne nel portico.

In un luogo come questo Piazzale, dove il via vai delle persone era costante, si può supporre che la ricostruzione dei pavimenti, decorati da mosaici, fosse costante. I soggetti dei mosaici, sono connessi al tema del commercio, offrendoci una rappresentazione interessante delle attività ostiensi. Parlano di collegia (corporazioni) della città di Ostia e di commercianti provenienti da vari luoghi dell’impero, le cui merci arrivavano al porto fluviale. Anche per i temi dei mosaici, il Piazzale delle Corporazioni, è stato considerato come una sorta di Foro, dedicato esclusivamente alle attività di commercio.

Le stanzette presenti nella navata più interna del portico, potrebbero essere degli ambienti di rappresentanza, delle società che avevano rapporti con Ostia. Ma riguardo all’utilizzo del Piazzale, potrebbe considerarsi anche una sua funzione più strettamente connessa al Teatro: il pubblico poteva frequentare il luogo negli intervalli degli spettacoli, potevano trovarvi riparo, in caso di pioggia. In questo caso, la presenza dei mosaici, potrebbe essere legata ad una volontà dei collegia: queste associazioni, potrebbero aver acquisito il permesso di inserirli, effettuando donazioni al Teatro, allo scopo di promuoversi.

Le Corporazioni

Uno degli aspetti più affascinanti dell’attività commerciale di Ostia, è legata alla presenza delle associazioni di mestiere, di cui uno dei simboli è il Piazzale delle Corporazioni e la sua decorazione musiva. Sembra che molta parte delle vita sociale del porto fluviale, si strutturasse in questi collegia, una sorta di associazioni e corporazioni di mestiere: lo scopo di queste corporazioni, era probabilmente quello di sviluppare gli interessi della categoria di cui facevano parte. Non è chiaro in quale modo, questi organismi agissero, per portare avanti i propri interessi. Erano comunque dotati di una struttura e gerarchia interna ed ogni associazione aveva una sua sede, per le riunioni e le cerimonie. La presenza dei collegia, costituisce una delle testimonianze della fiorente e vivace attività commerciale, di cui era protagonista il porto fluviale.

Bibliografia

  • Pavolini Carlo, Ostia, Editori Laterza, Roma-Bari, 2006

2 Commenti su Ostia Antica: Teatro e Piazzale delle Corporazioni

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*