Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Pedral (Tn). Scoperti i più antichi cacciatori del Trentino

Tres. Scoperti i più antichi cacciatori del Trentino

A Pedral, sull’altopiano della Predaia, è stata trovata una serie di reperti che sembrerebbero identificare il luogo come un insediamento di cacciatori preistorici risalente a circa 12 mila anni fa, quindi in pieno Paleolitico. La scoperta si deve agli archeologi del Museo tridentino di scienze naturali (Trento).

“Si tratta di schegge, lamelle e frammenti che testimoniano la presenza di cacciatori preistorici. La scoperta è importante, visto che le testimonianze degli insediamenti umani più antichi sino a oggi rilevate in Trentino si fermano a 8-9 mila anni fa” afferma Giampaolo Dalmeri responsabile della spedizione.

Il ritrovamento del sito è avvenuto nel mese di maggio del 2010, in maniera quasi casuale grazie a due archeologi, Klaus e Nardi Compatcher. E’ probabile che l’aratura del campo, avvenuta pochi giorni prima, avesse portato in superficie i frammenti di selce che hanno attirato la loro attenzione.

Dopo una serie d’indagini preventive sono iniziati gli scavi, condotti da un gruppo di ricercatori composto da Dalmeri, Elisabetta Flor e Rossella Duches (collaboratrici del Museo tridentino di scienze naturali), Klaus e Nardi Compatcher; il loro lavoro ha messo in luce una serie di manufatti in selce scheggiata, numerosi carboni e tracce di una struttura capannicola che sembrano identificare l’insediamento come un accampamento di cacciatori.

Sembra che le ricerche avranno un seguito: i primi scavi si sono infatti limitati all’indagine di pochi metri quadri di terreno, la concentrazione di reperti ed il valore dei risultati ottenuti rendono indispensabile un ampliamento dell’area d’indagine. “Andremo a scavare dove il terreno non è stato toccato dall’intervento dei mezzi agricoli” afferma ancora Dalmeri.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*