Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Perù – Spedizione italiana scopre una città Inca, forse la mitica Chicuate

La Cordigliera Andina del Perù è stata ancora teatro di uno straordinario ritrovamento: una laguna completamente inesplorata e le rovine di una città che potrebbe corrispondere alla mitica Chicuate. Artefici della recente scoperta i componenti (scienziati, archeologi e esploratori) della spedizione collegata al progetto Ande del Nord: Uomo e Ambiente, coordinata dal direttore e capo-spedizione Gianluca Frinchillucci. La missione si è snodata sull’antico Cammino Real, trovato da Lorena Zuniga, archeologa peruviana, nel 1999 e non ancora riportato alla luce. 

Alla missione hanno partecipato, oltre a Franchillucci, lo storico Paolo Pastori (responsabile peruviano del progetto), l’archeologo e antropologo Mario Polia, la botanica Chiara Maracci, lo speleologo Ottorino Tosti, il Presidente dell’Associazione Perigeo, Giorgio Marinelli, l’esperto sub Pierfrancesco Intini e i peruviani Lorena Zuniga e Paolo Lopez e la guida andina Dioniso Guerrero.

Continuando la storica spedizione archeologica organizzata dal Centro Studi Ligabue e denominata Ande Settentrionali, i componenti dell’Associazione Perigeo si sono dedicati, su autorizzazione del governo locale del Distretto di El Carmen de la Frontera, a esplorare la zona locale che costituisce la Cordigliera Andina con l’obiettivo di identificare nuovi percorsi naturalistici per accrescere il turismo nel territorio.

In base a quanto affermato dall’Associazione Perigeo, la scoperta di importanti vestigia archeologiche nella zona potrebbe fermare la crescita dell’area di sfruttamento minerario in fase di progettazione che danneggerebbe la delicatissima stabilità dell’ecosistema alto andino. Durante una perlustrazione avvenuta nel corso della missione e effettuata nell’area della Huaringas, ovvero i laghi sacri della geografia andina, è stata scoperta una laguna sconosciuta sulle cui rive sono presenti delle incisione che potrebbero provare la funzione sacrale rivestita in epoche remote. Per ora sono stati realizzati il rilievo batimetrico e la topografia del lago, prelevati campioni di sedimento fondale e di acqua per studiarne la purezza microbiologica ed estratti campioni dei microrganismi presenti e dei gas disciolti. Le analisi verranno effettuate dall’Università La Sapienza di Roma e dall’Università dell’Aquila e i risultati, una volta elaborati, saranno subito messi a disposizione delle autorità peruviane.

Oltre ai resti del Cammino degli Inca, in prossimità delle montagne che accerchiano la laguna, sono state scoperte le rovine di quella che potrebbe essere, secondo le cronache riunite da un sacerdote, l’antica città perduta di Chicuate. In base a quanto racconta la leggenda, questa mitica città che all’arrivo dei conquistadores spagnoli era un fiorente insediamenti Inca si inabissò in un lago sacro per proteggere i propri abitanti e i propri tesori e là sotto esisterà per sempre.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*