Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Peterborough, Gran Bretagna. Scoperte piroghe e reperti dell’età del Bronzo in perfette condizioni dopo 3.000 anni

Peterborough, piroghe e reperti dell’età del Bronzo

Nei pressi di Peterborough (Inghilterra) è stata rinvenuta una preziosa messe di reperti databili all’età del Bronzo, quindi risalenti a oltre 3.000 anni fa, tra cui alcune imbarcazioni (piroghe monossili), ma anche lance, oggetti di vita quotidiana e persino resti di indumenti. Gli archeologi dell’Università di Cambridge hanno compiuto la scoperta durante i lavori di sbancamento in un cantiere a Whittlesey.

Gli oggetti sono stati dissotterrati in un’area che viene considerata il più importante sito dell’età del Bronzo di tutta la Gran Bretagna, e la cosa che ha stupito gli studiosi è il fatto che, nonostante tra essi vi siano molti elementi in legno e materiale organico, si siano conservati perfettamente grazie alla “protezione” offerta loro dalla terra e dai sedimenti nei quali erano immersi. Gli archeologi sostengono che si tratta di una scoperta molto importante perchè permette di approfondire la nostra conoscenza su come doveva essere la vita in Inghilterra 3.000 anni fa: si pensa infatti che l’insediamento dove sono stati ritrovati gli oggetti abbia avuto origine intorno all’800 a.C.

David Gibson, direttore delle attività di scavo, ha dichiarato che questo ritrovamento offre al mondo una visione tridimensionale di questa arcaica comunità, evento che capita pochissime volte nel mondo, men che meno in un paese come l’Inghilterra. I reperti sono in gran parte di materiale organico e comprendono corde, secchi e cucchiai di legno, spade e lance con i manici intatti; il luogo del rinvenimento corrisponde a quello che doveva essere un antico canaledel fiume Nene. Oltre a questi oggetti, nello stesso sito sono stati trovate anche delle piroghe monossili, ossia ricavate scavando il tronco di un grosso albero.

Questa scoperta fa ritenere che l’antica comunità dovesse vivere sulle rive del fiume, alimentandosi grazie alla pesca di trote, lucci e anguille. In una grande tazza di legno sono anche stati ritrovati i resti di uno stufato di ortica. Non si doveva trattare, in ogni caso, di un insediamento particolarmente prospero.

Gli archeologi sono riusciti a scavare a profondità molto maggiori di quanto avrebbero potuto fare normalmente in un classico cantiere archeologico, e questo grazie alla preziosa collaborazione di un’azienda locale che si occupa di produzione di inerti. I reperti sono stati ritrovati, infatti, a una profondità di circa tre metri dal piano di campagna.

La cosa più straordinaria e importante di questo ritrovamento è il perfetto stato di conservazione dei reperti, nonostante essi siano in legno o altro materiale organico, e questo permette di ricostruire con estrema precisione come doveva essere la vita quotidiana durante l’età del Bronzo in questa parte del mondo. Un ritrovamento simile renderà senza dubbio questo sito archeologico oggetto di ulteriori studi e ricerche nel corso dei prossimi anni.

Peterborough, piroghe e reperti dell’età del Bronzo

Peterborough, piroghe e reperti dell’età del Bronzo

Peterborough, piroghe e reperti dell’età del Bronzo

Peterborough, piroghe e reperti dell’età del Bronzo