Pompei. Inaugurato il primo percorso ciclabile

Sabato 29 maggio 2010, alle ore 11, è partito il percorso “Pompei Bike”, che da Piazza Anfiteatro conduce a Villa dei Miseri, fiancheggiando le mura della città romana e unendo la classica visita agli scavi e alle domus a il percorso ciclabile più affascinante del mondo, tra natura, archeologia e scorci panoramici, dal mare alle rovine.  Il percorso, compreso nel prezzo del biglietto, è praticabile con la propria bicicletta ma per chi non ne possiede una è possibile noleggiarla gratuitamente, completa di casco, presso l’infopoint coordinato dalla Fiab, all’entrata di Piazza Anfiteatro. Con l’iniziativa “Pompei Bike” viene proposta una maniera

Pompei in bici

Sabato 29 maggio 2010, alle ore 11, è partito il percorso “Pompei Bike”, che da Piazza Anfiteatro conduce a Villa dei Miseri, fiancheggiando le mura della città romana e unendo la classica visita agli scavi e alle domus a il percorso ciclabile più affascinante del mondo, tra natura, archeologia e scorci panoramici, dal mare alle rovine. 

Il percorso, compreso nel prezzo del biglietto, è praticabile con la propria bicicletta ma per chi non ne possiede una è possibile noleggiarla gratuitamente, completa di casco, presso l’infopoint coordinato dalla Fiab, all’entrata di Piazza Anfiteatro. Con l’iniziativa “Pompei Bike” viene proposta una maniera innovativa di vivere il sito archeologico per tutta la famiglia. Come spiega Marcello Fiori, Commissario Straordinario, oggi è possibile passare tutta la giornata, passeggiando o pedalando, scegliendo tra le diverse proposte di visita e godendo di momenti di relax.

Turisti in bici a Pompei

I nuovi percorsi “Pompei Friendly”, attivato qualche giorno fa, e “Pompei Bike” sono un’ulteriore occasione per conoscere alcune case di grande interesse, tutte restaurate recentemente e chiuse al pubblico da molti anni. Tra queste la domus di Obellio Firmo, che racchiude la famosa cassaforte, e la domus di Marco Lucrezio Fronte, con le ricche decorazione che ricoprono quasi interamente le pareti. Visitabili definitivamente anche la domus dell’Ara Massima, quella di Sallustio e quella degli Amorini dorati.

Dal primo giugno apriranno al pubblico anche la casa di Giulio Polibio, la prima domus che offre una visita multisensoriale, e il cantiere-evento dei Casti Amanti. Dopo i restauri e il grande successo dell’anteprima durante la XII Settimana della Cultura, le due bellissime case su via dell’Abbondanza saranno finalmente visitabili tutti i giorni.

Mappa del percorso ciclabile a Pompei
Clicca sulla mappa per ingrandirla

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.