Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Ratley, Gran Bretagna. Famiglia scopre un cimitero sassone sotto casa

Difficile immaginare la sorpresa di un abitante del Warwickshire quando i costruttori addetti alla ristrutturazione della loro casa gli hanno comunicato di aver rinvenuto delle ossa umane sotto il suo patio. Stephen e Nicky West stavano seguendo i lavori di restauro della propria dimora quando un operaio ha dissotterrato i resti: hanno sentito bussare alla porta e quando sono andati ad aprire, si sono trovati di fronte il costruttore, con un teschio in mano, che diceva loro di aver fatto una scoperta straordinaria.

La coppia aveva vissuto nella loro casa a Ratley, un piccolo villaggio nella zona meridionale del Warwickshire, per quasi sette anni. Il villaggio si trova vicino a Edgehill, dove è stata combattuta la battaglia di Edgehill e dove le armate del re si sono scontrate con quelle dei Parlamentarians nel 1642, all’inizio della Guerra Civile inglese.

In un primo momento il signor West ha pensato che i corpi rinvenuti sotto la sua casa potessero essere finiti lì in seguito a quella guerra, tant’è che quando sono iniziati i lavori di ristrutturazione qualcuno aveva preannunciato loro che avrebbero potuto rinvenire delle ossa risalenti alla guerra civile; evidentemente si erano sbagliati di molti, moltissimi anni, visto che le ossa sono stata datate e pare che siano anteriori a quel periodo di almeno ottocento anni.

In seguito a questo ritrovamento, i signori West hanno subito informato gli archeologi del Warwickshire County Council: il loro direttore, Stuart Palmer, ha fatto visita alla casa e ha dichiarato che le ossa dovevano essere state seppellite lì molti anni prima, e non si trattava affatto né di resti della guerra civile né di qualche evento più recente. Palmer ha anche detto che la sua équipe normalmente non avviava indagini scientifiche per ogni ritrovamento, data la scarsità di fondi, ma siccome i coniugi West erano tanto intrigati dalla misteriosa scoperta, la commissione archeologica del Warwickshire ha deciso di approfondire l’esame sui resti.

Le ossa sono state riportate alla luce un anno fa, ma solo recentemente sono stati resi pubblici i risultati delle ricerche: gli archeologi hanno identificato i resti di almeno quattro corpi, tra cui due femmine adulte, un giovane uomo e un bambino di sesso indefinito e di età che si aggira tra i dieci e i dodici anni. La datazione al carbonio effettuata su due degli scheletri ha fissato la loro morte tra il 650 e l’820 d.C., ossia più o meno nella metà di quello che è comunemente conosciuto come il periodo Sassone. In quell’epoca l’Inghilterra era suddivisa in un gran numero di reami e il villaggio di Ratley avrebbe potuto trovarsi in una zona di frontiera nel corso di una guerra tra il regno Sassone degli Hwicce e l’allora dominante regno degli “angli”.

Palmer ha dichiarato che la scoperta di una zona sepolcrale ancora sconosciuta è un evento molto raro e importante, in quanto apporta un enorme contributo a un periodo della storia del Warwickshire fino a quel momento archeologicamente inesistente. Le analisi approfondite degli scheletri hanno permesso di scoprire informazioni preziose sulla salute della popolazione della metà del periodo Sassone, che era soggetta frequentemente a lunghi periodi di malnutrizione e a tutta una serie di infezioni che ci rimandano l’immagine di una vita molto dura e spesso caratterizzata da un dolore fisico continuo e persistente.

Palmer ha anche detto che è molto difficile trovare ossa in qualsiasi parte di questa regione, men che meno nel giardino di una casa privata, e questo gli ha fatto pensare che le ossa quasi sicuramente facevano parte di un cimitero molto più esteso.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il signor West non ha espresso alcun disagio riguardo al fatto di abitare proprio sopra un antico cimitero, anzi ha dichiarato di essere quasi emozionato dalla quantità di storia che giace sotto la sua casa, nella speranza che un evento così singolare non arrivi mai a disturbare il suo sonno.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*