Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Riapre il Museo provinciale “Sigismondo Castromediano”

Riapre il Museo provinciale “Sigismondo Castromediano”

Giovedì 22 dicembre 2011 è stato riaperto al pubblico il Museo provinciale Sigismondo Castromediano con le sue sale, dedicate a: Pinacoteca, Arti applicate e costume, Artisti salentini ‘800-‘900 e Museo archeologico topografico. L’inaugurazione si è svolta alle 17, con una cerimonia in cui i bambini delle classi quinte del IV Circolo Didattico di Lecce – intestato proprio a Sigismondo Castromediano – “hanno adottato” il Museo provinciale e ricevuto l’incarico di “operatore culturale straordinario” da Simona Manca, assessore alla Cultura e vice presidente.

I festeggiamenti sono proseguiti nella sala conferenze della struttura museale, dove, alle 18, il direttore Antonio Cassiano ha illustrato la figura di Sigismondo Castromediano e la storia delle collezioni. A seguire, Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, ha riaperto ufficialmente il Museo. Eccezionalmente fino alle 22, i depositi archeologici e della pinacoteca, i laboratori didattici e di restauro, le stanze degli archivi, la biblioteca di archeologia e storia dell’arte sono rimasti aperti. Lungo il percorso di visita è stato offerto agli ospiti anche un coffe-break, in collaborazione con Quarta caffè.

Negli ultimi tempi e in particolar modo dal 2005, il Museo è rimasto sostanzialmente chiuso al pubblico. Erano off limits la Pinacoteca e la sezione Arti minori, mentre la sezione Archeologica era percorribile in modo frammentario e dotata di scarsi apparati didattici a corredo. Infatti, in seguito agli indispensabili lavori di messa a norma della struttura, non era stati possibile ampliare i depositi, per cui le stesse sezioni museali erano state adibite a contenitori. Adesso, grazie all’impegno di Comune e Museo e allo sgombramento di alcuni ambienti adiacenti all’edificio, le preziose e prestigiose collezioni museale sono state adeguatamente riordinate. Questo accurato lavoro ha permesso la riapertura e la restituzione al pubblico, nella sua interezza, del capofila dei Musei che formeranno il Sistema Museale Provinciale, un percorso che metterà online musei, biblioteche e archivi grazie all’innovazione tecnologica.

Nell’ambito della celebrazione del bicentenario della nascita di Castromediano, sono così state presentate, affianco alle antiche collezioni, le più recenti acquisizioni: tra cui, opere di artisti salentini dell’Ottocento e del Novecento, i reperti archeologici recuperati dai depositi e una preziosissima raccolta di abiti d’epoca appartenenti a molte famiglie salentine, esposta anche a Stoccarda nel mese di ottobre.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*