Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Rimini. Le mura del castello di San Clemente svelano una torre del ‘400

Nel corso dei lavori di consolidamento delle mura del castello di San Clemente sono stati rinvenuti i resti di un torrione risalente al ‘400. Si riteneva che il torrione, menzionato nei catasti sette-ottocenteschi, fosse stato distrutto durante gli scontri avvenuti nel 1944 tra tedeschi e forze alleate, che provocarono la distruzione di gran parte della città.

Inoltre, durante le indagini, sono state messe in luce anche alcune delle mura di età medievale ad esso connesse. Le indagini di natura archeologica sono state affidate ad “AdArte”, studio di ricerca per i Beni Culturali, di Rimini, sotto la direzione e il controllo della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna.

I lavori di consolidamento e di restauro, in occasione dei quali sono avvenute queste scoperte, sono iniziati nel 2000, su progetto dell’Architetto Andrea Ugolini e con finanziamenti della regione e della provincia. Inoltre, è volere dell’Amministrazione valorizzare a pieno queste scoperte archeologiche in modo da incrementare il valore storico e turistico del Castello di San Clemente.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*