Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Roma: torre dei Pierleoni

torre-pierleoni

Questa antica costruzione, formata da una torre e un edificio ad essa adiacente e caratterizzata da bifore e trifore realizzate in peperino, si ritiene che possa essere stata costruita nel XII secolo e che fosse appartenuta alla famiglia Pierleoni come anche altre strutture presenti nella zona, tra cui la torre che sorge sull’Isola Tiberina, la Casa dei Pierleoni oppure gli stessi bastioni sull’adiacente Teatro Marcello.

Sul davanti della torre è possibile osservare ancora una notevole riproduzione di Maria Immacolata, qui installata nel 1964. A rendere questa struttura particolarmente rilevante dal punto di vista storico ed artistico è che essa rappresenta ciò che resta di una costruzione risalente al Medio Evo che in origine era ubicata sull’odierna Via Teatro Marcello. Tutto ciò prima dei lavori per il noto “raschiamento del Campidoglio”, che ebbero inizio nel 1926 e terminarono il 1938, e furono messi in atto per la schermatura del Teatro Marcello e la creazione della Via del Mare, che oggi prende il nome di Via Teatro Marcello, ma che ebbero come conseguenza la distruzione dell’intera zona medievale.

In seguito a questi lavori furono eliminate diverse opere pubbliche e strade come la via Tor de’Specchi, la via della Bufola, il vicolo della Campana, l’arcata dei Saponari. Furono distrutte anche alcune antiche chiesette, risalenti sempre al Medio Evo, come la Santa Maria in Vincis, ricostruita durante il Seicento, la chiesa di Sant’Andrea de Vincis, ricostruita nel Settecento, e la chiesa di San Nicola de’ Funari corredata di eccellenti gessi settecenteschi. Sfortunatamente, ad essere cancellata fu anche la nota piazza Montanara, una delle zone più popolari della Roma antica, luogo in cui, un tempo, si potevano trovare gli scrivani collettivi ed in cui si ritrovavano i contadini di ritorno dalle campagne.

Fortunatamente l’insieme delle costruzioni che comprendono la casa e la torre dei Pierleoni, che chiudevano la Piazza Montanara, non furono distrutte: furono, invece ristrutturate utilizzando i materiali architettonici di riciclo (come ad esempio, le finestre) provenienti dagli edifici vicini che, al contrario, vennero distrutti.

Il motivo alla base della sua ricostruzione è forse legato all’enfasi urbanistica suscitata dalla visione di questa torre insieme alla torre-campanile di San Nicola in Carcere, posta di fronte ad essa: due pilastri enormi che sembrano segnare un monumentale punto d’ingresso alla Via del Mare.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*