Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Sallustio: Historiae

Sallustio: Historiae

Historiae

E’ l’ultima opera di Sallustio, in cinque libri, scritta fra il 39 e il 35 a.C., ma non pervenutaci per intero. Pare che non avesse potuto finirla a causa della morte, ma le parti che conosciamo ci sono giunte per tradizione indiretta da autori che le hanno citate nelle loro opere e le uniche pervenuteci direttamente sono quattro orazioni e due lettere da un manoscritto altomedievale.

Con le Historiae c’è un ritorno al modello annalistico, ma l’autore cerca di evitare il cronachismo della tradizione a favore di un’unità politica e psicologica della narrazione dei singoli avvenimenti. Il periodo storico preso in esame è quello post-sillano, riallacciandosi alle Historiae di Sisenna, che in ventitrè libri aveva narrato la storia di Roma dalla guerra sociale (90-88 a.C.) alla morte di Silla (78 a.C.). Quello che resta del V libro si chiude con l’anno 67 a.C., dopo la seconda guerra mitridatica. Secondo alcune ipotesi l’opera avrebbe dovuto comprendere anche un sesto libro e forse di più, per portare le vicende fino al 50 a.C, al preludio dello scontro fra Cesare e Pompeo.

Sallustio accusa il governo sillano di aver dato luogo, a Roma, a una fase di crisi profonda, che negli anni successivi vede l’affacciarsi sulla scena politica di diversi avventurieri. In particolare egli tesse un ritratto alquanto velenoso di Pompeo e della nobilitas che, per sete di ricchezze e di potere, ha stravolto i costumi della res publica. Adesso Sallustio pone l’origine delle discordie interne della città e la fine del Metus Hostilis ancora più indietro nel tempo, al momento della cessazione del conflitto con gli Etruschi, che nell’età arcaica aveva contribuito a tenere unita la collettività.

Argomento dei libri

Libro I

excursus sulla storia di Roma dall’età della monarchia fino alla morte di Silla. Trattazione dei fatti dopo la morte di Silla fino alla ribellione di Sertorio in Spagna.

Libro II

avvenimenti dal 77 al 74 a.C., Pompeo combatte contro Sertorio. Inizio della seconda guerra mitridatica.

Libro III

vicende dal 74 al 72 a.C., ostilità contro i pirati che infestano il Mediterraneo orientale. Pompeo sconfigge Sertorio, espugna la città di Calagurris i cui abitanti, per resistere all’assedio, si cibano di carne umana. Inizio della rivolta di Spartaco.

Libro IV

vicende dal 72 al 68 a.C. Lettera di Mitridate re del Ponto ad Arsace re dei Parti. Sconfitta di Spartaco.

Libro V

vicende dal 68 al 67 a.C. Pompeo libera il Mediterraneo dai pirati.

Bibliografia on line

  • Gaio Crispo Sallustio
  • Sallustio: il genere monografico

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*