Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

San Domenico Savio

San Domenico Savio

San Domenico Savio

Nato da laboriosa famiglia di operai (il padre Carlo era attivo come fabbro, mentre la madre Brigida esercitava il mestiere di sartoria), Domenico trascorse anni sereni, sia pure caratterizzati da frequenti trasferimenti dei genitori, per ragioni di lavoro, in alcune località piemontesi: dal paese natìo di Riva di Chieri a Castelnuovo d’Asti, nella frazione di Murialdo, e, successivamente, in quella di Mondonio.

“I miei amici saranno Gesù e Maria”

Sin dalla prima infanzia, il piccolo Domenico, nella semplicità dei suoi gesti di fanciullo, iniziò a distinguersi per singolare fede e non comune attenzione per la carità, dando prova, soprattutto, di mirabile venerazione per la presenza di Gesù nel Sacramento dell’Eucaristia. In Gesù, Domenico trovò non solo un ideale di vita, ma un grande Amico, come egli stesso affettuosamente lo chiamerà, cui donare tutta la propria vita.

Dopo aver ricevuto per la prima volta la S. Comunione, a soli sette anni, il giovane Savio intraprese la sua rapida scalata alle vette della santità, dando esempio di come essa non fosse una meta irraggiungibile riservata a pochi, ma un punto di arrivo accessibile a tutti, giovani e meno giovani, in ogni condizione o stato di vita.

San Domenico Savio

“Servi il Signore nella gioia”: l’incontro di San Domenico Savio con Giovanni Bosco

Il 1854 fu un anno speciale, non solo perchè l’allora pontefice Pio IX, sul soglio di Pietro fra il 1846 e il 1878, proclamò solennemente il dogma di Maria SS.ma Immacolata fin dal primo istante del Suo concepimento – e il piccolo Domenico già coltivava un intenso amore per la Madre di Dio -, ma anche perchè, su iniziativa del suo maestro di scuola, il giovane Savio ebbe l’occasione di incontrare un altro gigante della santità, don Giovanni Bosco (1815-1888), che in quegli anni andava applicando il proprio metodo pedagogico presso l’Oratorio eretto presso la località dei “Becchi”, proprio vicino a Castelnuovo. Colpito dalla sensibilità religiosa dello zelante fanciullo, don Bosco preconizzò per lui un futuro quale sacerdote e, allo scopo di introdurlo nella scelta vocazionale, lo ammise come proprio allievo presso l’Oratorio Valdocco di Torino.

“Servi il Signore nella gioia”

aveva detto un giorno don Bosco al piccolo Domenico che gli chiedeva quale fosse la strada migliore per diventare santo.

Piccolo apostolo di Gesù e della sua Madre, Maria, in onore della quale diede addirittura vita a un fervente sodalizio, la “Compagnia dell’Immacolata”, Domenico diede incessante testimonianza di amore per Dio e per le anime, edificando, con il proprio esempio di preghiera e penitenza, i compagni e gli adulti che lo accostavano.

“Servi il Signore nella gioia” anche quando, solo tre anni dopo, un’affezione tubercolotica non diede scampo all’instancabile amico di Gesù e Maria, che lasciò questo mondo irraggiando la gioia dell’imminente incontro con Coloro che tanto aveva amato e servito durante il suo rapido passaggio terreno.

Elevato agli onori degli altari con la beatificazione e la canonizzazione da parte di papa Pio XII, rispettivamente nel 1950 e nel 1954, Domenico Savio è ricordato dalla liturgia cattolica nella memoria del 9 marzo (6 maggio per i Salesiani).

Per approfondire San Domenico Savio

Siti Internet

http://www.santiebeati.it/dettaglio/32300
Prezioso approfondimento biografico sulla figura del giovane Domenico Savio, con il testo della novena in suo onore.

http://www.salesianilecce.it/
Sito ufficiale della Basilica leccese intitolata a San Domenico, con ampio materiale relativo alle attività pastorali promosse dai Salesiani.

Bibliografia

  • Pietro Brocardo, Domenico Savio: studio e conferenze in occasione della sua beatificazione, Società editrice internazionale, 1950.
  • Giovanni Bosco, Vita di Domenico Savio. Trascrizione in lingua corrente dal testo di Don Bosco con fatti e notizie nuove, Elledici Editrice, 2002.
  • Teresio Bosco, San Domenico Savio, Elledici Editrice, 2002.
  • Mario Vito Fabbian, Domenico Savio, Edizioni Messaggero, 2004.
  • Teresio Bosco, San Domenico Savio visto da vicino, Elledici Editrice, 2004.
  • Aldo Giraudo, Domenico Savio raccontato da don Bosco, Editrice LAS (Libreria Ateneo Salesiano), 2005.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*