Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

San Gabriele dell’Addolorata

San Gabriele dell’Addolorata

Impossibile non restare conquistati dal fascino che irradia dal suo breve percorso terreno, in cui una folgorante chiamata alla santità trasformò un giovane brillante, intelligente, ricercato, di indubbio talento intellettuale e umano, in uno dei più ardenti contemplativi del mistero del dolore sperimentato da Gesù Cristo nella sua tremenda Passione e dalla sua Madre divina in unione con le sofferenze del Figlio.

Nell’anno 1856, precisamente il giorno 22 agosto, Francesco, provato dapprima dalla dolorosissima perdita della madre, nel 1841, e, in seguito, della sorella, nel 1855, sentì chiara e inequivocabile nel proprio cuore la chiamata a lasciare il mondo, per abbracciare la vita religiosa. La Madre di Dio gli aveva toccato il cuore, inducendolo a superare ogni indugio e a porsi decisamente sulla via della conformazione al proprio Figlio, attraverso la penitenza, l’ascesi, la meditazione sul sacrificio di Cristo per la salvezza dell’uomo, la rinuncia alla propria volontà per aderire sempre più pienamente a quella del Padre.

“La mia vita è una continua gioia”: il motto di San Gabriele dell’Addolorata

Il dolore, la sofferenza fisica e morale, avevano scavato nell’animo del gioviale e sensibile Francesco un abisso che solo l’Amore di Dio poteva ora colmare: solo la potente azione della Grazia può, infatti, rendere ragione di come un cuore trafitto dalla perdita dei più cari affetti terreni e da non poche malattie, lungi dall’abbandonarsi allo sconforto e alla disperazione, si dilati fino a trovare nella Volontà di Dio la causa prima e unica della propria inalterabile serenità, che nessuna sciagura umana riesce a spezzare.

A partire dal 1856 e negli anni successivi, Francesco, che aveva assunto il nome di Gabriele dell’Addolorata, percorse le tappe della sua formazione e del suo ingresso ufficiale, con la professione religiosa, nell’austero Ordine dei Passionisti, passando in varie case nel territorio del maceratese e del teramano, in particolare presso il convento di Isola del Gran Sasso.

Santuario di San Gabriele dell’Addolorata

Pur avendo iniziato, a partire dal 1859, la preparazione richiesta per l’ammissione al Sacerdozio, il giovane Gabriele non riuscì a conseguire gli Ordini maggiori, ma solo quelli minori: una tremenda affezione tubercolotica ai polmoni, infatti, non gli diede scampo e lo condusse alla fine prematura, nel 1862.

La fama della sua santità, legata soprattutto ai miracoli prodigiosi attribuiti alla sua potente intercessione, si diffuse e si consolidò, rendendo il Santuario a lui intitolato una delle mete più amate di pellegrinaggio della penisola italiana.

Gabriele dell’Addolorata venne elevato agli onori degli altari nel 1908, con la beatificazione da parte del papa Pio X, regnante fra 1903 e 1914, e con la canonizzazione nel 1920, da parte del papa Benedetto XV, sul soglio di Pietro fra 1914 e 1922.

La sua memoria liturgica ricorre il 27 febbraio.

Per approfondire San Gabriele dell’Addolorata

Siti Internet

http://www.sangabriele.org/
Sito ufficiale del Santuario di San Gabriele dell’Addolorata, in provincia di Teramo, con links approfonditi riguardanti la vita del Santo, le iniziative e gli eventi promossi dal Santuario a lui intitolato, con uno sguardo specifico rivolto alla pastorale giovanile.

http://sangabriele.wordpress.com/
Pregevole sito con amplissima informazione relativa alla vita del Santo e all’Ordine Passionista, unitamente ad una sezione di preghiere a lui dedicate. Ricchissimo!

Bibliografia

  • Franco D’Anastasio, San Gabriele dell’Addolorata: un messaggio di spiritualità, Eco, 1995.
  • Pierino Di Eugenio, San Gabriele dell’Addolorata, San Paolo Edizioni, 2002.
  • Santuario San Gabriele dell’Addolorata (volume 4 di I luoghi della fede), Elledici, 2008.
  • Valentino Savoldi, San Gabriele dell’Addolorata, Elledici, 2007.
  • Tito P. Zecca, Gabriele dell’Addolorata (1838-1862). Una resa senza condizioni. Biografia di san Gabriele dell’Addolorata, Paoline Editoriale Libri, 2008.
  • Gabriele Cingolani, San Gabriele dell’Addolorata. Vita e preghiere, Elledici, 2009.
  • Eugenio Fazia, Riflessioni e preghiere di san Gabriele dell’Addolorata e di santa Teresa di Lisieux, Edizioni Palumbi, 2011.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*