Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Santa Veronica Giuliani

Santa Veronica Giuliani

La vita di Veronica – al secolo Orsola Giuliani – sin dalla prima infanzia si connotò per una spiccata propensione alla vita spirituale e all’anelito alla santità. Le esperienze mistiche iniziarono a manifestarsi prestissimo e furono corroborate da un tangibile segno di appartenenza divina: sul letto di morte, infatti, la giovane mamma della piccola Veronica le indicò, quale testamento spirituale, la piaga del Sacro Costato di Gesù Cristo. Fu come un potente indicatore di strada per la giovane, la quale, in misura sempre più crescente, iniziò a palesare il proprio desiderio di donarsi interamente allo Sposo Divino.

“Io godevo di essere nulla e che Dio sia l’infinito”: il motto di Santa Veronica Giuliani  

Nell’anno 1677, dopo aver superato le resistenze paterne, l’intrepida Veronica si nascose entro le mura del Monastero delle Monache Cappuccine di Città di Castello (il luogo di nascita della Santa era Mercatello sul Metauro), dove potè finalmente realizzare la propria aspirazione: essere tutta di Gesù, abbandonarsi al Suo Amore operante, imitarlo sempre più perfettamente sul sentiero della rinuncia a se stessa, della donazione incondizionata, dell’accettazione della sofferenza a vantaggio delle anime.

Durante gli anni della sua vita nel Monastero, Veronica fu favorita da doni celesti e carismi spirituali del tutto fuori dal comune, che attirarono ben presto l’attenzione indagatrice della competente Autorità ecclesiastica, cui era giunta risonanza del mirabile vissuto mistico-ascetico della monaca. Nel 1693, per disposizione del suo confessore, Veronica iniziò a descrivere per iscritto, nel suo celebre Diario, i dettagli delle estasi e i contenuti dei colloqui divini di cui era favorita; nel 1697, infine, ricevette il dono delle stimmate e della transverberazione, ossia della trafittura del cuore.

Sempre più simile al suo Signore nell’annientamento della propria volontà, Veronica, prima di essere eletta badessa del Monastero nel 1716, dovette passare attraverso un crogiuolo di tremende umiliazioni da parte degli ecclesiastici del Sant’Uffizio, i quali dapprima diffidenti verso il misticismo della Religiosa cappuccina, la sottoposero ad una serie di pesanti limitazioni interne alla comunità, sino ad essere private della possibilità di partecipare alla celebrazione eucaristica.

Alla fine vittoriosa su prove che avrebbero certamente sfiancato altri spiriti meno temprati, Veronica tornò a svolgere in seno alla comunità monastica ruoli di spicco, contribuendo alla nascita e all’afflusso di molte giovani, desiderose di consacrarsi a Gesù Cristo.

Il 9 luglio 1727, dopo un periodo di trentatrè giorni di protratta agonia, Veronica Giuliani rese l’anima a Dio, suscitando l’unanime cordoglio della cittadinanza.

Elevata agli onori degli altari con la beatificazione nel 1804 da parte di papa Pio VII, sul soglio di Pietro fra 1800 e 1823, e con la canonizzazione nel 1839 da parte del papa Gregorio XVI, regnante fra 1831 e 1846, Santa Veronica viene ricordata dalla liturgia cattolica nella memoria del 9 luglio.

Per approfondire Santa Veronica Giuliani

Siti Internet

http://santaveronicagiuliani.it/index.php?lang=it
Sito ufficiale del Monastero di Santa Veronica Giuliani, a Città di Castello, con preziosi links relativi alla storia della fondazione, al profilo spirituale di santa Veronica, alle pubblicazioni riguardanti la Santa. Assolutamente da visitare!

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/audiences/2010/documents/hf_ben-xvi_aud_20101215_it.html
Testo dell’udienza generale del papa Benedetto XVI, in data 15 dicembre 2010, dedicata al profilo di Santa Veronica.

Bibliografia

  • Metodio da Membro, L’itinerario spirituale di Santa Veronica Giuliani dalle pagine del suo “Diario”, in «Collectanea Franciscana», 31 (1961), pp. 285-350.
  • Veronica Giuliani, Un tesoro nascosto ossia Diario di S. Veronica Giuliani, Monastero delle Cappuccine – Città di Castello, 1969.
  • Marisa Borchiellini, Veronica Giuliani. La fiamma dell’amore, Edimond, 1999.
  • Santa Veronica Giuliani, Léon Veuthey, Domenico Alfonsi, S. Veronica Giuliani: diario della vita interiore, Miscellanea francescana, 2005.
  • Sabatino Sciorio, Veronica Giuliani. Un’esistenza con Maria, Cantagalli, 2010.
  • Sabatino Sciorio, Maria nella vita sacramentale di santa Veronica Giuliani. Il sacramento della Confessione e quello dell’Eucaristia, Cantagalli, 2010.
  • Remo Bistoni, Santa Veronica e i suoi fioretti, San Paolo Edizioni, 2011.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*