Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Sant’Alberto Magno

Sant'Alberto Magno

Alberto Magno

nato 1206 – morto 1280

“Maestro di san Tommaso d’Aquino, riuscì ad unire in mirabile sintesi la sapienza dei santi con il sapere umano e la scienza della natura” (Martirologio Romano): con queste semplici, ma efficaci parole, il Martirologio tratteggia il profilo di un “gigante” dello spirito, della fede e della cultura teologica e scientifica, senza il quale, con ogni probabilità, il pensiero medioevale non avrebbe assunto la forma e le caratteristiche con cui lo si conosce.

Nativo della regione sveva, Alberto abbracciò nel 1223 la vita religiosa, entrando nella fila dell’Ordine dei Domenicani e trascorrendo ampi periodi di formazione intellettuale teologica in varie località europee, tra cui spiccano le città di Parigi, ove conseguì la laurea, e soprattutto Colonia, ove si dedicò all’attività di docenza. Elevato alla sede episcopale di Ratisbona, Alberto preferì sempre lo svolgimento del magistero di docente, avendo, oltretutto, tra i suoi allievi migliori, il futuro Doctor Angelicus, Tommaso d’Aquino (1225-1274).

Elevato agli onori degli altari con la beatificazione nel 1622, da parte del papa Gregorio XV, sul soglio di Pietro fra 1621 e 1623, e con la canonizzazione nel 1931 da parte del papa Pio XI, regnante fra 1922 e 1939, Alberto si contraddistinse, a livello intellettuale, per una singolare “modernità”, su cui si fonda la sua straordinaria incidenza su quanti, in contemporanea e dopo di lui, si accinsero alla riflessione filosofica e teologica.

Il Santo maestro di Tommaso d’Aquino fu, infatti, un uomo di scienza così come un uomo di fede (non a caso, egli è pure noto come Doctor universalis) e dimostrò chiaramente, con il suo forte interesse per le scienze biologiche e fisiche, che tra speculazione teologica e indagine scientifica non esiste incompatibilità, in quanto afferenti ognuna ad un diverso ambito di indagine e di conoscenza.

Non solo, ma come avrebbero fatto molti altri pensatori, Alberto assunse il pensiero e i criteri propri del contributo aristotelico alla storia della filosofia, della metafisica e della scienza, quale bussola per orientare il proprio itinerario di studio e di ricerca, sia pure non trascurando altri contributi, tra cui quello di Platone: il tutto in una prospettiva critica, priva di acquiescenze passive.

Autore di numerosi e importanti scritti, tra cui, a titolo meramente esemplificativo, si possono citare il De mineralibus, il De animalibus, il De intellectu et intelligibili, la Summa theologiae, nonchè vari trattati di logica, commentari biblici e un testo a commento dell’opera di Dionigi l’Areopagita, con cui aprì la terza, rilevante “finestra” della sua riflessione, ossia quella mistica, Alberto si rese fautore di un’assunzione consapevole dei principi della filosofia aristotelica nell’approccio ai vari campi dello scibile, che lo rese riferimento imprescindibile per quanti, dopo di lui, in particolare nell’ambito della riflessione scolastica, approcciarono le questioni metafisiche e il rapporto tra fede rivelata e umana razionalità.

Approfondire Alberto Magno

  • http://www.unisi.it/ricerca/prog/fil-med-online/autori/htm/alberto_magno.htm
    Preziosa scheda su Alberto Magno, tratta dal “Manuale di Filosofia Medievale online” a cura della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena, con ampia illustrazione del contributo di pensiero del filosofo (filosofia e teologia, la metafisica nella classificazione delle scienze, la creazione come processo emanatistico, l’anima umana e l’intelletto, scienza astrologica e visione cristiana del mondo) e un repertorio di risorse web- e bibliografiche.
  • http://www.santiebeati.it/dettaglio/29950
    Profilo di Sant’Alberto Magno, venerato dalla Chiesa cattolica nella memoria liturgica del 15 novembre, reperibile sull’enciclopedia on-line “Santi e Beati”.
  • http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/audiences/2010/documents/hf_ben-xvi_aud_20100324_it.html
    Testo della catechesi su Sant’Alberto Magno, tenuta dal papa Benedetto XVI nel corso dell’udienza generale del 24 marzo 2010.
  • http://hiphi.ubbcluj.ro/fam/texte/albert_magnus/de_fato.htm
    Questo prezioso link consente la lettura del De quindecim problematibus; in modo analogo, sul preziosissimo sito http://www.mondimedievali.net/Fonti/secolo13.htm è possibile reperire e leggere i testi di numerose fonti di epoca medioevale, tra cui due opere, il De adhaerendo Deo e il medesimo De quindecim problematibus di Alberto Magno.

Libri

  • Girolamo Wilms, Sant’Alberto Magno, Edizioni Studio Domenicano, 1992.
  • Alberto Magno e le scienze (a cura di James Weisheipl), Edizioni Studio Domenicano, 1993.
  • James A. Weisheipl (a cura di), Alberto Magno e le scienze, Edizioni Studio Domenicano, 1994.
  • “Alberto Magno” in Battista Mondin, Storia della teologia/volume 2, Edizioni Studio Domenicano, 1996, pp. 272-274.
  • “Alberto Magno”, in Testi mariani del secondo millennio/volume 4 (a cura di Luigi Gambero), Città Nuova, 1996, pp. 328-342.
  • Alain De Libera, Introduzione alla mistica renana: da Alberto Magno a Meister Eckhart, Editoriale Jaca Book, 1998.
  • Anna Rodolfi, Il concetto di materia nell’opera di Alberto Magno, SISMEL Edizioni del Galluzzo, 2004.
  • Inos Biffi, “La figura della teologia secondo Alberto Magno. La teologia nel Proemium al Commento alle Sentenze”, in Figure del pensiero medievale: la nuova razionalità: XIII secolo, Editoriale Jaca Book, 2009, pp. 597-632.
  • Sergio T. Stancati, Tre mariologie. Alberto Magno, Tommaso d’Aquino, Tommaso da Kempis, Editrice Domenicana Italiana, 2009.

Per un inquadramento generale sul periodo della Scolastica si vedano anche

  • Battista Mondin, Storia della teologia/volume 2, Edizioni Studio Domenicano, 1996.
  • Rolf Schönberger, La Scolastica medievale. Cenni per una definizione, Vita e Pensiero, 1997.
  • Riccardo Quinto, Scholastica: storia di un concetto, Quinto, 2001.
  • Sofia Vanni Rovighi, Filosofia della conoscenza, Edizioni Studio Domenicano, 2007.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*