Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Santuario della Madonna di Oropa (BI)

La sua fondazione viene tradizionalmente attribuita ad uno dei principali protagonisti della battaglia combattuta nei primi secoli dell’era cristiana contro la diffusione dell’eresia dell’arianesimo, ossia il vescovo vercellese Sant’Eusebio (per un profilo si veda il link http://www.santibeati.it/dettaglio/28500), la cui memoria liturgica viene celebrata nella diocesi natale l’1 agosto. Intorno a tale ipotesi, però, non esiste conferma da parte di fonti storico-documentarie coeve. Peraltro, il tempio è noto soprattutto perchè custodisce una pregiata effigie della Madonna Nera, la quale non risalirebbe all’epoca eusebiana, ma ai primi decenni del XIV secolo: nel contempo, a questo periodo sono datate le prime chiare attestazioni circa la presenza di un luogo di culto.

In ogni caso, la conformazione del Santuario così come lo possiamo vedere oggi è di epoca più tarda: al posto dell’antico tempio, infatti, nel corso del Seicento venne progressivamente edificato un nuovo, più ampio edificio, la cui realizzazione vide il concorso di numerosi e celebri architetti del tempo.

Negli anni ’60 del XX secolo venne inaugurata una nuova, ulteriore costruzione, in grado di ospitare l’incessante flusso di pellegrini. I fedeli del luogo, ma anche della regione piemontese, della vicina terra valdostana e d’Oltralpe, manifestarono sin dai primi secoli un intenso attaccamento per la Madonna di Oropa, anche mediante l’edificazione di non pochi alloggi per l’ospitalità.

Sulla presenza di una statua della Madonna Nera è quantomai opportuno soffermarsi, non solo perchè sul possibile significato del colore bruno della pelle della Madre di Dio sono state avanzate molteplici interpretazioni, non da ultimo l’influenza di una tradizione proveniente dall’Oriente (nel caso specifico di Oropa, non a caso, il culto della Vergine Nera viene fatto risalire, come sopra accennato, al periodo di Eusebio, il quale, anche in virtù del suo impegno contro la diffusione dell’eresia ariana, era incorso nella pesante sanzione dell’esilio proprio in quelle terre lontane), ma anche perchè il culto alla Madonna Nera è tuttora attestato e consolidato presso numerosissimi Santuari nel mondo: da Loreto al Sacro Monte di Varese, dalla Basilica veneziana di Santa Maria della Salute al Santuario di Nostra Signora di Bonaria in Sardegna, per citare alcuni casi italiani. Il lettore sensibile all’arcano fascino di queste effigi può utilmente consultare una preziosissima “Banca Dati delle Madonne Nere d’Europa” al sito http://www.nigrasum.it/.

 

Oltre al Santuario, il complesso di edifici sorto in onore della Madonna comprende anche le cappelle dello splendido Sacro Monte che, nell’intento del promotore, il devoto frate cappuccino p. Fedele da Sangermano (1569-1623), dovevano proporre, all’attenzione e alla meditazione dei fedeli, gli eventi più importanti della vita di Maria Santissima, dalle nozze con Giuseppe sino alla trionfale Assunzione al cielo. Anche nel caso dell’ornamento e della decorazione delle cappelle furono coinvolti insigni personalità del mondo artistico dell’epoca: se la presenza di Filippo Juvarra (1678-1736), accanto a quella di Camillo Guarino Guarini (1624-1683), incise nella progettazione a livello architettonico del Santuario, sono le figure di Giovanni d’Enrico (1559-1644), attivo in campo scultoreo, e del pittore Giovanni Galliari, a segnalarsi nella realizzazione del percorso del Sacro Monte, oggi riconosciuto quale patrimonio UNESCO (per conoscere meglio la realtà dei Sacri Monti, questi straordinari esempi di arte e devozione, si consulti l’utile link http://www.sacrimonti.net/User/ ).

 

 

 

Per conoscere meglio il Santuario di Oropa

Siti Internet

http://www.santuariodioropa.it/db/
Sito ufficiale del Santuario, con utili indicazioni circa la storia, le celebrazioni liturgiche, le attività del Museo, della Biblioteca e dell’Archivio connessi, le opportunità di alloggio per visitatori e pellegrini.

http://www.sacromontedioropa.it/
Sito ufficiale del Sacro Monte di Oropa.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*