Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Sorso (Ss). Aperto Biddas, il museo dedicato ai villaggi abbandonati

Museo Biddas

La storia della Sardegna, insieme a quella di molte altre regioni mediterranee, è caratterizzata dal fenomeno dello spopolamento, a causa della sua divisione in centri abitati vincenti, in grado di sopravvivere e di svilupparsi, ed altri perdenti, che spariscono e dai quali si scappa, oggi come in epoca medievale. Il Museo Biddas, allestito presso Palazzo Baronale di Sorso, è il primo esempio italiano incentrato sull’argomento dell’abbandono degli insediamenti. Il percorso illustra il caso sardo con un viaggio indietro nel tempo, che inizia con l’età contemporanea per giungere al centro medievale abbandonato di Geridu, il primo in Sardegna ad essere stato scavato in estensione, al quale è riservato una stanza del museo.

Biddas – Museo dei Villaggi Abbandonati della Sardegna si propone come luogo dove conoscere da un nuovo punto di vista la realtà dell’abbandono delle aree rurali della Sardegna e scoprirne la grande dimensione storica. Archeologia, antropologia e sociologia si intersecano strettamente nell’allestimento che punta a costruire un complesso ambiente di apprendimento che rapisce il visitatore con parole chiave, suggestioni, suoni, ricostruzioni e un contatto diretto con i materiali. Il Museo illustra l’esempio sardo ma non mancano i confronti con casi geograficamente distanti e provocatori accenni contemporanei. Si articola in un apparato comunicativo efficace e moderno, particolarmente attento alla didattica dell’infanzia e della scuola, offrendo aree ludiche e un percorso didattico per i più piccoli.

Il Museo Biddas propone un percorso didattico-tematico di importanza regionale, che mira a valorizzare una parte poco nota del patrimonio archeologico sardo, come i centri medievali spopolati, e intende coinvolgere le Scuole, le Amministrazioni locali, i cittadini e i turisti verso un argomento tanto rilevante della storia medievale sarda, con un interessante richiamo alle dinamiche di spopolamento dei villaggi rurali, presenti tutt’ora in Sardegna. Biddas vuole generare attenzione per la valorizzazione e la tutela del patrimonio archeologico dei centri abbandonati della Sardegna ed evidenziare la necessità di un progetto territoriale di questo patrimonio diffuso. L’esposizione mira anche alla comunicazione dei risultati emersi dagli scavi archeologici nell’insediamento medievale di Geridu e delle altre indagine archeologiche e storiche effettuate in territorio sardo sui centri abitativi abbandonati.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*