Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Spagna, Girona. Scoperta chiesa paleocristiana sotto la chiesa di Sant Feliu

Un antico luogo di culto paleocristiano è stato scoperto seguendo alcuni indizi emersi dopo i primi saggi di scavo nel coro della chiesa di Sant Feliu a Girona. L’edificio sacro ha una pianta a forma di croce, tre navate, un abside, due cappelle laterali e ospita diverse tombe risalenti al VI e VII secolo.

Questo intervento è parte del progetto europeo “Sopra e sotto. La città europea”, un programma di interventi culturali che coinvolge la città di Brindisi nel ruolo di organizzatrice principale, e che comprende anche la partecipazione, come membri, dell’ “Ecole Nationale Superiore d ‘ Architetture” di Tolosa (Francia) e dell’ Università e della Municipalità di Girona (Spagna).

La campagna di ricerca archeologica, durata circa tre settimane, ha portato alla luce anche numerose tombe cristiane, che secondo gli esperti potrebbe essere appartenute ad alcuni vescovi o comunque a individui di rango dell’epoca. Il Professor Josep Maria Nolla, archeologo e responsabile degli scavi, ha dichiarato che non sono stati trovati resti umani, e ha suggerito che i corpi sono stati probabilmente spostati altrove.

“Sono state scoperte serie di tombe, abbastanza ben conservate, ma non è stato trovato un solo singolo frammento umano”. L’esperto sottolinea che è stato trovato del legno e anche dei chiodi, come se qualcuno fosse stato sepolto all’interno di una bara, ma quando è stata smantellata la vecchia chiesa per consentire la nascita della nuova costruzione, sembra che tutti gli scheletri siano stati rimossi e seppelliti in un altro posto”.

Il progetto europeo ha premiato la città di Girona per il suo ruolo focale nella ricerca di soluzioni ad alcuni dei problemi che caratterizzano spesso le città di medie dimensioni costrette ad affrontare la ricerca del loro passato, e progettare lo sviluppo urbanistico del futuro, con presenza di siti archeologici d’interesse proprio nel mezzo del tessuto urbano.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*