Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Spina. Autorità assenti all’inaugurazione del museo

Museo Archeologico di Spina

Inaugurano le quattro nuove sale del Museo Archeologico di Spina, ma sono assenti alcuni tra gli importanti ospiti previsti per l’evento. Non è intervenuto Giancarlo Galan, Ministro dei Beni e Attività culturali, perché impegnato nel Consiglio dei Ministri sulla manovra, come ha spiegato il suo consigliere Franco Miracco, che lo ha rappresentato. Mentre Dario Franceschini, capogruppo alla Camera del PD, è stato trattenuto fino alla tarda mattinata nel voto di fiducia al Governo, ritardando così il rientro nella sua città. Assenti anche il sindaco Tiziano Tagliani e il prefetto Provvidenza Raimondo, sostituita dal vicario Massimo Marchesiello.

Per il Comune, invece, è intervenuto Massimo Maisto, il vicesindaco che detiene anche la delega alla Cultura, a cui si è aggiunto Aldo Modonesi, l’Assessore alla Mobilità e Lavori pubblici. Hanno partecipato anche Marcella Zappaterra, presidente della Provincia, e Carla Di Francesco, Direttore die Beni archeologici e paesaggistici per l’Emilia Romagna. Gli ospiti sono stati accolti da Caterina Cornelio, Direttrice del Museo, che ha introdotto le caratteristiche della città di Spina, la cui struttura risulta di difficile rappresentazione poiché fu inferiore alla grande fama che ebbe. Era un centro conosciuto per ragioni commerciali, fondato dagli Etruschi come porto ma frequentato anche da anche civiltà, di cui molto resta tuttora da documentare e da indagare.

La prima sala è dedicata interamente all’insediamento, con testimonianze che ne illustrano le caratteristiche urbanistiche, sociali e architettoniche, arricchite da video proiettori e touch screen. Sulle pareti di questo ambiente sono anche proiettate immagini che immergono i visitatori all’interno di scene di vita quotidiana dei popoli di Spina. la seconda stanza, anch’essa corredata da video, è dedicata ai miti e ai culti; la terza alle scritture e alle popolazioni di Spina. Infine, la quarta si contraddistingue per la biblioteca virtuale, da cui si possono prendere e consultare libri. Alla fine della presentazione, il consigliere del Ministro Galan si è dichiarato entusiasta delle nuove sale.