archeologia sperimentale - articoli in archivio

  • Italia, Ferrara – Disabili psichici alla scoperta degli affreschi e delle piroghe del Museo Archeologico Nazionale

  • Giovedì 3 dicembre 2009, alle ore 10, nel corso della Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità e nell’ambito del progetto Dentro la Storia, iniziativa avviata l’anno scorso con la collaborazione del Dipartimento di Salute Mentale dell’USL ferrarese, il GAF (Gruppo Archeologico Ferrarese) e il Centro Territoriale Permanente di Codigoro, il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara ha ospitato un gruppo di utenti del Centro Diurno Il Convento Area San Bartolomeo che sono stati guidati dagli archeologi volontari del GAF alla scoperta della Sala del Tesoro e delle Piroghe.

  • Intervista a Piero Frediani, direttore dell’Istituto per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (ICVBC del Consiglio Nazionale delle Ricerche)

  • L’Istituto per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (ICVBC del Consiglio Nazionale delle Ricerche-CNR) è stato fondato nel 2001, conta 21 dipendenti e ha la sua sede a Firenze in Via Madonna del Piano, 10. I suoi obiettivi istituzionalmente definiti sono: la caratterizzazione dei materiali costituenti le opere d’arte e delle loro alterazioni e degradazioni; la sperimentazione di nuove tecnologie e materiali per la conservazione dei beni culturali; lo sviluppo di criteri innovativi di progettazione e realizzazione di interventi conservativi; lo sviluppo di progetti innovativi di valorizzazione dei beni culturali. Abbiamo intervistato per voi Piero Frediani, direttore del ICVBC.

  • Spagna, Cadice – Scoperto porto sommerso, forse fu quello di Trafalgar

  • Il ricercatore iberico, Joaquim Casellas, che scoprì con Zahi Hawass una parte dei nuovi locali nelle piramidi di Cheope (Giza) grazie alla tecnica di rilevamento basata su segnali radar captati per via aerea, impiegando lo stesso metodo nelle indagini in Andalusia ha recentemente localizzato nelle acque di Cadice, a cinquanta metri sotto la superficie del mare e parzialmente seppellito sotto la superficie terrestre, a una profondità di quindici metri, quello che si presuppone corrispondere al porto di Trafalgar, effettuando uno dei ritrovamenti più importanti mai fatti in Spagna.

  • Italia, Padova – È nata la prima scuola nazionale di Archeologia Virtuale

  • Nasce in Italia la prima scuola di Archeologia Virtuale grazie alla collaborazione tra Dipartimento di Archeologia afferente all’Università di Padova e ITABC (Istituto per la Tecnologia Applicate ai Beni Culturali) del CNR che insegnerà ai suoi studenti come ricostruire un ambiente antico attraverso la realtà virtuale, come acquisire dei dati e come comunicarli.

  • Australia, Sidney – Definito il sesso di una mummia egizia

  • Riposava da centoquarant’anni presso il Museo dell’Università di Sidney e da oltre duemila celava il suo sesso e la sua età. Si tratta di Horus, la mummia infantile egizia risalente all’epoca greco-romana e sottoposta recentemente a una Tac grazie alla collaborazione tra scienza e archeologia.

  • Italia – archeologia della ricerca astronomica

  • Nel 1609 Galileo e Keplero sconvolsero il mondo astronomico: il primo presentò osservazioni per la prima volta accuratissime, mentre il secondo propose leggi e calcoli in uso tutt’ora. Entrambi, spinti dall’osservazione delle supernove nel 1609, si interessarono a misteri sino a quel giorno in mano alla religione e ai filosofi della scuola aristotelica.

  • Italia – Nasce il Museo virtuale dell’Iraq

  • Tecniche avanzate e affascinanti nella comunicazione e nella ricezione del patrimonio culturale: queste le premesse del Museo Virtuale dell’Iraq, realizzato grazie all’accordo fra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Ministero degli Affari Esteri, che esporrà seimila anni di storia attraverso reperti muniti di schede didattiche, microclip, filmati e carte geografiche interattive.

  • Italia, Ferrara – riparte “Mettiamo insieme i cocci”

  • Lunedì 15 giugno 2009, in seguito al grande successo che ha riscontrato l’edizione passata, è ripartito Mettiamo insieme i cocci, innovativo progetto sociale, che prevede un percorso di riabilitazione e socializzazione destinato ai disabili psichici, creato dal Dipartimento di Salute Mentale afferente all’Ausl ferrarese, dal Museo Archeologico di Ferrara e dal Centro Territoriale Permanente di Codigoro, supportati dal Gruppo Archeologico Ferrarese.

  • Italia – L’Enea progetta mini sommergibili robot per esplorare i fondali

  • Il Sistema integrato marino per i beni archeologici del distretto del Lazio, detto Simbad-L, sta per affrontare una nuova sfida: presto si misurerà con le affascinanti realtà del mondo sommerso sotto il Mar Mediterraneo, bacino di tante culture, da quella del re Minosse a quella dei Fenici, sino a quelle degli Etruschi, dei Romani, dei Greci e dei Bizantini.

  • Gran Bretagna – Scoperto un nuovo metodo per datare i reperti ceramici

  • Basandosi sull’utilizzo del fuoco e dell’acqua, un team di scienziati afferenti alle università di Edimburgo e di Manchester, ha elaborato una nuova tecnica per datare i reperti archeologici. Un metodo semplice che contraddice le tecnologie avanzate impiegate dalla scienza moderna ma che sembra essere altrettanto efficiente: infatti, gli esperti spiegano che fuoco e acqua costituiranno i soli due elementi necessari per rivelare precisamente l’età dei resti antichi.