Augusto - articoli in archivio

  • Roma: mausoleo di Augusto

  • Al suo ritorno da Alessandria, dopo la fine della guerra contro Antonio e Cleopatra, conclusasi con la vittoria di Azio del 31 a.C. e la conquista dell’Egitto nel 28 a.C., Ottaviano diede inizio alla costruzione di una grandiosa tomba, emblema immortale della sua famiglia e del suo potere dinastico. La scelta del luogo cadde nell’area settentrionale del Campo Marzio settentrionale, all’epoca ancora privo di edifici pubblici ma già in precedenza occupato dai sepolcri di alcuni uomini illustri dell’età repubblicana come Silla, Cesare e sua figlia Giulia, che con Augusto subì un totale rinnovamento grazie alla costruzione di numerosi complessi. La

  • Roma: foro di Augusto

  • La costruzione del Foro fu decisa da un voto fatto da Augusto nel 42 a.C. prima della battaglia di Filippi, in cui morirono gli uccisori di Cesare, Bruto e Cassio e fu così vendicata la morte del padre adottivo, nell’ambito della nobiltà romana un gesto considerato doveroso e imprescindibile. In realtà bisogna ragionevolmente pensare che i lavori presero avvio solo dopo il periodo tra il 30 e il 27 a.C., quindi dopo che Augusto ebbe gettato le fondazioni del nuovo ordine costituzionale. I lavori durarono a lungo tanto che secondo un aneddoto tramandato da Macrobio (1), Augusto avrebbe scherzato sulla

  • Augusto

  • Svetonio racconta che Augusto nacque nel 63 a.C. a Roma in quella parte del Palatino (fattore che evoca le origini di Roma con Romolo), chiamata ad capita bubula (1). Il suo nome alla nascita era Gaio Ottavio, lo stesso del padre e, ancora fanciullo gli fu dato il soprannome di Turino forse perché nacque poco dopo che il genitore, allora propretore, aveva riportato in una località con questo nome una vittoria sugli ultimi seguaci di Spartaco e Catilina. Il padre, morto quando suo figlio aveva appena 4 anni, proveniva da una facoltosa e ricca famiglia equestre di Velletri vicino Roma,