archeologia cananea - articoli in archivio

  • Gerusalemme. Confermato: la Città Santa è l’antica Urusalim cananea

  • Secondo quanto riportato dall’Osservatore Romano Gerusalemme sorgerebbe sulle vestigia dell’antica Urusalim cananea, la cui localizzazione sul lembo meridionale del colle a est della Città Vecchia è confermata.

  • Israele, Tel Qashish. Scoperti oggetti di culto di 3500 anni fa

  • Un gruppo di oggetti di culto risalenti a 3500 anni fa è stato scoperto a Tel Qashish, in Israele. Il ritrovamento occasionale è avvenuto durante gli scavi per la costruzione diun gasdotto nella regione settentrionale del paese. L’indagine scientifica è ora condotta dagli archeologi dell’Israel Antiquities Authority, guidati da Uzi Ad ed Edwin van den Brink.

  • Israele, Gerusalemme – Quale futuro per l’archeologia nella Città Santa?

  • Anche quest’anno, in concomitanza con le celebrazioni ebraiche, il pubblico israeliano è stato sommerso da servizi riguardanti ritrovamenti incredibili nella città di Gerusalemme, definibili come una mescolanza di relazioni di scavi e della necessità di notizie per riempire i giornali. Purtroppo, è stata riscontrata di fatto una tendenza piuttosto preoccupante che rende l’indagine archeologica di Gerusalemme superficiale e legata a interessi dai limiti temporali e spaziali.

  • Israele, Gerusalemme – Scoperta una fortificazione di 3700 anni or sono

  • È stato recentemente portato alla luce a Gerusalemme la più antica fortificazione massiccia mai scoperta nella città che consiste in un muro risalente a 3700 anni fa. La scoperta è stata annunciata al mondo dalla Israel Antiquities Authority attraverso il sito Israel.net.

  • Israele – A Magdala scoperta una sinagoga dell’epoca di Gesù

  • Sulle sponde del lago di Galilea sono stati scoperti i resti di una sinagoga risalente all’epoca di Gesù. L’Autorità per le antichità di Israele ha reso noto che i lavori di scavo archeologico, coordinati da Arfan Najar e Dina Avshalom-Gorni e incominciati alla fine di luglio 2009, hanno dato esiti sorprendenti e inattesi: infatti, sono emerse le spoglia di una sinagoga databile al primo secolo dopo Cristo e distrutta all’epoca della rivolta ebraica (66.70 d.C.).

  • Israele – Straordinaria scoperta numismatica in Giudea

  • Una squadra composta da ricercatori provenienti dall’Università Bar Ilan e dall’Università di Gerusalemme ha scoperto in una grotta la più grande raccolta di monete rare databili all’epoca della rivolta ebraica di Bar-Kokhba contro i Romani (secondo secolo e.v.). Il ritrovamento è stato effettuato nell’ambito di un più ampio progetto di ricerca e di mappatura delle grotte diretto da Amos Frumkin e Boaz Langford della Cave Research Unit afferente al Dipartimento di geografia dell’Università di Gerusalemme con la collaborazione di Hanan Eshel e Boaz Zissu dell’Università Bar Ilan e con il supporto della Israel Nature and Parks Authority.

  • Israele, Gerusalemme – Scoperto un calice che sembra il mitico Graal

  • La città vecchia di Gerusalemme custodisce i tesori delle tre religioni monoteiste più importanti: la Tomba di Gesù, la moschea musulmana al-Aqsa, il Muro del Pianto. E l’archeologo britannico Shimon Gibson pensava da diverso tempo che nella città vecchia, nei pressi della Porta di Sion, si trovasse qualcosa di straordinario. E, infatti, l’archeologo ha portato alla luce un calice che presenta un’iscrizione in lingua ebraica o aramaica e risale al I sec. d.C.

  • Israele, Gerusalemme – la terra di Canaan governata da una regina?

  • La Bibbia dice che la Terra di Canaan fu retta soltanto da sovrani. Ebbene, una squadra di archeologi israeliani ha fatto una scoperta che porterebbe a supporre che sulla regione pre-ebraica sita tra il Mediterraneo e la Giordania abbia governato almeno una regina. Il ritrovamento, avvenuto nel 2008, durante i lavori di scavo nell’area occidentale di Gerusalemme, presso la regione di Bet Shemesh, è costituito da una lastra in ceramica che raffigura un personaggio reale dai lineamenti femminili.

  • Israele, Gerusalemme – scoperti i sigilli reali di Ezechia

  • Una squadra archeologica guidata da Zubair Adawi e incaricata dall’Israel Antiquities Authority ha scoperto un vasto edificio, che serbava un’enorme quantità di iscrizioni, risalente all’epoca in cui venne realizzato il primo tempio di Gerusalemme, nel territorio a sud di Gerusalemme, presso il villaggio di Umm Tuba, prima che venissero effettuati alcuni lavori commissionati da una ditta privata. Indagando la zona limitata dello scavo e l’aspetto rurale della struttura che è stata scoperta, gli archeologi si sono sorpresi di aver trovato tante impronte appartenenti a sigilli reali risalenti a Ezechia, che fu re della Giudea alla fine dell’ottavo secolo avanti Cristo.

  • Israele, Beit Guvrin – trovata un’iscrizione greca che getta nuova luce sui Maccabei

  • Vengono alla luce 3 frammenti di un’iscrizione in greco, reputata una porzione della Stele di Eliodoro, da uno scavo eseguito dall’Israel Antiquities Authority presso il parco nazionale di Beit Guvrin, a meridione di Gerusalemme. La suddetta Stele, risalente al 178 avanti Cristo e consistente di ventitré righe incise sul calcare, è reputata una delle più importanti tra le antiche iscrizioni scoperte in Israele. Il ritrovamento è destinato a svelare nuovi segreti sui Maccabei, ovvero la dinastia ebraica che, nel secondo secolo avanti Cristo, guidò la rivolta della Giudea nei confronti del seleucide Antioco IV Epifane. Gli avvenimenti che interessarono questa