Empedocle - articoli in archivio

  • Sciamani nel mondo greco

  • Gli sciamani nella Grecia antica Ogni civiltà ha tentato di oltrepassare la naturalità della morte, conferendole un senso culturale, mediante i miti, la creazione di particolari esseri sovrumani e l’istituzione di operatori sacrali ad hoc, come lo sciamano. Allo sciamano, che agisce in stato di estasi e si avvale di spiriti tutelari, compete il controllo sulla zona che delimita il confine tra la sfera della vita e quella della morte. Egli ha il potere di mediare il mondo dei morti per conto e a favore dei vivi, ad esempio recandosi all’Aldilà per recuperare l’anima rapita di un individuo; è capace

  • Empedocle

  • Empedocle nome: Empedocle (492 a.C. – 430 a.C.) E un’altra cosa ti dirò, che non esiste generazione per nessuno di tutti i mortali, né un termine di morte che li distrugge; esiste solo mescolanza di elementi e separazione di elementi mischiati, ma questo gli uomini lo chiamano generazione (Empedocle, Sulla natura, frammento 8, Diels-Kranz) Rispetto a tutti gli altri filosofi cosiddetti presocratici, Empedocle è senz’altro quello di cui è pervenuto il maggior numero di frammenti; come altri autori, tra cui Parmenide, Empedocle espresse in versi i contenuti della propria dottrina, redigendo alcuni testi, tra cui due poemi, rispettivamente dal titolo