Francia - articoli in archivio

  • Carpentras

  • Lungo la strada 938 si incontra Carpentras, la romana colonia di Julia Meminorum, dove si ammira un piccolo ma suggestivo arco di trionfo decorato con figure di barbari catturati. In realtà quello che si vede oggi è solo la parte inferiore del monumento originario, rimasto per secoli inglobato in vari edifici e liberato solo negli anni recenti.

  • Baux de Provence

  • Lungo la strada tra Arles e Avignone si devia verso Maussane Les Alpilles per  raggiungere uno spettacolare borgo medievale dominato da un bel castello: quello di Le Baux de Provence. Inutile dire che merita senza dubbio una sosta per la visita. Il castello di Le Baux Fu costruito su uno aspro sperone roccioso di quasi 250 metri d’altezza, abitato sin dal neolitico, e raggiunse il suo apice di prosperità nel medioevo in quanto proprietà della ricca famiglia nobiliare dei Baux, signori di tutta la regione. Dal XII secolo alternò periodi di decadenza e abbandono a momenti di gloria, come quello

  • Arles

  • Arles è una importante città provenzale lungo il Rodano, alle porte della Camargue, fondata nel VII secolo a.C. dai Focesi, gli stessi che diedero vita al nucleo originario di Marsiglia. La si raggiunge facilmente da Aix en Provence con l’autostrada A8 e poi la statale E80. Da visitare il teatro e l’anfiteatro romano, le terme, i criptoportici, la cattedrale e il cimitero medievale degli Alyscamps L’avamposto commerciale creato dai Focesi prese il nome di Théliné e già nel 102 a.C. era nell’orbita romana, come testimonia il canale navigabile detto fosse mariane fatto scavare dal console Mario. Giulio Cesare la cita

  • Aix en Provence

  • Ideale porta d’ingresso della Provenza archeologica è Aix en Provence, situata ai piedi della montagna di Sainte Victorie, alle spalle di Marsiglia da cui dista solo una trentina di km. La città fu fondata nel 123 a.C. dal console romano Sestio Calvinio per creare una testa di ponte in quelle terre di conquista, e prese il nome di Aquae Sextie per via delle sue rinomate sorgenti termali. Cattedrale di Saint Saveur Qui nel 102 a.C. il console Mario sconfisse i Teutoni. Ad Aix non restano molte tracce archeologiche del suo pur notevole passato romano, ma è invece forte la presenza

  • Abbazia di Montmajour

  •   Alcuni km fuori dalla città di Arles, lungo la strada che porta ad Avignone, si trova un vero gioiello dell’architettura sacra medievale provenzale: l’abbazia romanica di Montmajour.  Nata per volontà di una comunità di monaci stabilitisi qui attorno al X secolo, e prosperata grazie alle ricche donazioni dei nobili cristiani, divenne un importante meta di pellegrinaggi grazie alla presenza di alcune reliquie attribuite alla Croce di Cristo. Il nucleo più antico è rappresentato dalla cappella di San Pietro costruita, scavandola in parte nella viva roccia, attorno al 1040. L’edificio abbaziale romanico (sotto) venne invece costruito nel XII secolo; il progetto