Herculaneum Conservation Project - articoli in archivio

  • Ercolano (Na). Riapre alla visita il Decumano Massimo

  • Le strade dell’antica Ercolano riaprono finalmente al pubblico e nel prossimo futuro i lavori proseguiranno con la rivalutazione di altre zone, come la Domus del Rilievo di Telefo e l’Antica Spiaggia con il percorso che porterà alla Villa dei Papiri. Le molte lezioni apprese negli ultimi dieci anni attraverso l’Herculaneum Conservation Project si potranno inoltre applicare ad altre aree archeologiche: la messa in sicurezza di un’area a rischio, il sistematico drenaggio delle acque, il miglioramento dell’accessibilità, l’ottimizzazione delle risorse professionali e finanziarie e l’approccio conservativo verso i restauri precedenti.

  • Italia, Ercolano – gli scavi sorprendono ancora: scoperto un rilievo di marmo d’arte greca

  • Il recente ritrovamento proveniente dagli scavi di Ercolano ci porta all’arte greca: è un marmo da parete, compreso in un affresco, trovato il 18 di febbraio 2009 nel corso dei lavori per la manutenzione ordinaria di un suntuoso edificio residenziale scavato solo parzialmente presso la cosiddetta Insula nord-occidentale. L’opera raffigura scene dionisiache ed è ospitata presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli: il pubblico potrà visionarla sino al 13 di aprile nel corso della grande mostra che venne inaugurata nell’ottobre del 2008 e che riguarda i ritrovamenti del sito archeologico avvenuti in questi ultimi tre secoli.

  • Italia, Ercolano – un’equipe di studiosi italo-inglese effettua una TAC in cima alla Basilica della città romana devastata dalla furia del Vesuvio

  • L’obiettivo della TAC effettuata ad Ercolano dalla squadra composta da alcuni studiosi italo-inglesi è stato quello di indagare la zona dell’antica Basilica, la costruzione d’età romana che coincide con il tribunale dei nostri giorni. Gli esiti dello studio consentiranno una più vasta conoscenza dell’ubicazione e delle condizioni di conservazione della Basilica. Per di più, visto che non si conosce niente della struttura della città romana vicino alla costruzione analizzata, l’analisi evidenzierebbe l’estensione e la forma di tutto il quartiere antico tuttora interrato.