Ovidio - articoli in archivio

  • Ovidio: opere

  • Ovidio: la poesia elegiaca ed erotico-didascalica A questo gruppo di opere giovanili e di argomento amoroso appartengono: Gli Amores, suddivisi in 3 libri, che cantano l’amore per una figura femminile fittizia, chiamata Corinna; Le Heroides, lettere che Ovidio immagina scritte da alcune eroine ai loro amanti o mariti lontani; I Medicamina faciei feminae, un malizioso prontuario che insegna alle donne come avvalersi del trucco per nascondere le proprie imperfezioni estetiche; L’Ars amatoria, uno scandaloso manuale in cui il poeta elargisce consigli alle donne sul comportamento e gli accorgimenti da adottare per ottenere successi in campo amoroso; I Remedia amoris, altro

  • Ovidio: vita

  • Publio Ovidio Nasone nasce a Sulmona nel 43 a.C. e muore a Tomi nel 17 d.C.; la sua vita si svolge secondo una parabola che, dal brillante successo dovuto alle sue intriganti opere amorose, si conclude con la solitudine dell’esilio. La vita di Ovidio Publio Ovidio Nasone nasce a Sulmona nel 43 a.C. e in giovane età si trasferisce a Roma con il fratello Lucio per studiare retorica; Lucio, però, destinato a diventare un avvocato di successo, muore poco più che ventenne, mentre Publio si accorge di non essere tagliato per la carriera forense, ma di avere una spiccata inclinazione