Pompei - articoli in archivio

  • Pompei, area archeologica: foto

  • L’area archeologica di Pompei La città di Pompei ebbe il suo primo agglomerato stabile intorno al 600 a. C. per opera di popolazioni indigene: gli Osci. Il nome della città potrebbe derivare da un numero con il significato di cinque riferendosi cioè ai villaggi che unendosi costruirono la città. Il nucleo più antico della città è da identificarsi nell’area sud- occidentale, mentre una cinta muraria delimitava tutto l’altopiano vulcanico su cui sorgeva la città secondo un tracciato che sostanzialmente rimase lo stesso. Dopo la presenza di Greci ed Etruschi, nel V sec. a. C. Pompei entrò nell’orbita dei Sanniti che

  • Pompei. Scoperto l’ultimo frammento che ricompone un’iscrizione d’amore

  • A secoli di distanza dalla famosa eruzione che distrusse Pompei si continua a mettere insieme i frammenti della storia d’amore incisa sul sepolcro che un liberto stava facendo ergere per sé e la moglie. Incisa nel marmo, la dichiarazione d’amore: “Lucius Catilius Pamphilus, liberto di Lucius, membro della tribù Collinian, per sua moglie Servilia, con amore”, divisa in sette frammenti, che i ricercatori, col tempo, sono riusciti a riunire.

  • Apertura straordinaria dei siti dell’area vesuviana

  • A Natale e a Capodanno le aree archeologiche vesuviane apriranno regolarmente al pubblico, aprendo straordinariamente alcune zone e offrendo esposizioni didattiche. Il costo dì ingresso resterà invariato.

  • Pompei. iPad entra nel mondo della ricerca archeologica

  • Per gestire i dati relativi agli scavi, un’equipe di archeologi ha impiegato il tablet di Apple invece delle tradizionali carta e penna. L’impiego dell’iPad in ambito di ricerca e business si sta allargando di pari passo con le sempre maggiori modalità di utilizzo quotidiano che ne fanno gli utenti.

  • Pompei. Visitare al buio gli Scavi

  • Domus di Giulio Polibio, Triclinio Sabato 25 settembre 2010, dalle 10 alle 18, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, ai visitatori di Pompei è stata riservata un’esperienza speciale: una visita al buio della Casa di Giulio Polibio, un’opportunità unica alla scoperta delle emozioni e dei sensi realizzata in anteprima nell’area archeologica vesuviana.

  • Italia, Pompei. Inaugurate le Terme Suburbane con il percorso “Venere alle terme”

  • Nell’ambito di “Notte dei Musei”, iniziativa europea alla quale il MIBAC aderisce per la seconda volta, proponendo ingressi gratuiti dalle 20 alle 2 del mattino, sono state aperte le Terme Suburbane di Pompei con l’anteprima del percorso di luci e suoni “Venere alle terme”, novità dell’offerta turistica estiva di “PompeiViva”. Ritrovate cinquant’anni fa, ma aperte dal 2001 e riservate a piccoli gruppi di visitatori, le Terme sono state recentemente messe in sicurezza con la realizzazione di passerelle trasparenti per la salvaguardia dei mosaici a terra e ulteriori restauri al basolato e alle decorazioni.

  • Italia, Pompei. Una rete radio per la tutela del sito archeologico e la protezione dei turisti

  • Pompei ha un nuovo sistema di telecomunicazioni interne: infatti, un ponte radio, tre stazioni base, quaranta terminali collegheranno 24 ore su 24 il personale della Soprintendenza e della struttura Commissariale con i custodi, il presidio sanitario, le Forze dell’ordine e la direzione degli scavi

  • PompeiViva e la XII Settimana della Cultura (parte II)

  • E’ iniziata il 16 fino al 25 aprile 2010 la “XII Settimana della Cultura”, visita gratuita in 450 musei statali e libera partecipazione a 3000 eventi in tutt’Italia, annunciata alla “Casina dell’Aquila” di Pompei con l’intervento del ministro per i Beni e le Attività Culturali Sandro Bondi e del direttore generale del MiBAC per la valorizzazione dei beni culturali Mario Resca.

  • PompeiViva lancia la “XII Settimana della Cultura” (parte I)

  • Questa volta la visita dei “venerdì di Archeorivista” approda al sito archeologico per eccellenza, gli scavi di Pompei: è riduttivo definirlo sito, è un’intera città romana conservata sotto la coltre di cenere che ha preservato anche i calchi delle persone sorprese nelle loro attività e rimaste immote. A Pompei il 15 aprile viene presentata la “XII Settimana della cultura” indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali dal 16 al 25 aprile 2010, per dare ad essa il massimo rilievo.

  • Italia, Pompei – Pompei antica raccontata attraverso musica e danza

  • Venerdì 12 marzo 2010, alle ore 11, il palco del Teatro San Carlo di Pompei ha ospitato lo spettacolo intitolato Che terribile fracasso del Quintetto Brass, organizzato nell’ambito del ciclo di concerti e balletti “Pompei per la scuola: musica e danza” che si propone di raccontare la storia della Pompei antica agli studenti attraverso la danza e la musica.