storia rinascimentale - articoli in archivio

  • Firenze. La ricerca per Monna Lisa svela una cripta sotto l’altare

  • Durante le indagini per ritrovare i resti di Monna Lisa (la celebre “modella” della Gioconda) in corso nella chiesa dell’ex convento di Sant’Orsola, a Firenze, è venuta alla luce una cripta funeraria sotto la pavimentazione, dove una volta era situato l’altare della chiesa originaria.

  • Intervista a Roberto Corzani sul Parco Regionale dell’Antichissima Città di Sutri

  • Il Parco dell’Antichissima Città di Sutri è un Parco Naturale, con aree di interesse regionale, all’interno del quale sono rappresentate l’epoca etrusca, romana, basso e alto medievale e rinascimentale. Il Parco, che si estende per 70000 metri quadrati, è stato fondato nel 1988 e conta tre dipendente. L’ingresso al Parco è gratuito. Abbiamo intervistato per voi, il dottor Roberto Corzani, funzionario del Parco.

  • Ferrara. Apertura by night

  • Sabato 20 novembre 2010, il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara e Casa Romei si sono aperti alla musica nell’ambito dell’evento nazionale Musei in Musica, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, offrendo una notte tra cultura, canti, danza, musica rinascimentale e visite guidate. La serata ferrarese è stata promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna, dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna e dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini con la collaborazione di Rione Santo Spirito, dell’Università degli Studi di Ferrara,

  • Borghi (Fc). Aperta al pubblico l’area archeologica di San Giovanni in Galilea

  • Sabato 9 ottobre 2010, alle 17, in località “La Piva” di San Giovanni in Galilea, presso Borghi (Fc), è stato presentato l’importante intervento di musealizzazione intrapreso nel 2009, con l’apertura al pubblico dell’area archeologica di San Giovanni in Galilea, illustrata da un ricco apparato didattico, e l’inaugurazione del restaurato Museo Renzi di San Giovanni in Galilea che conserva le testimonianze scoperte durante gli scavi.

  • Cosenza. Il Trionfo d’Amore torna fruibile

  • Il dipinto di Mattia Preti, il Trionfo d’Amore, torna alla pubblica fruizione, segnando un trionfo anche per l’Arte. La custodia giudiziale dell’opera, passata da una collezione privata all’altra e ritornata in Italia passando per il mercato antiquario, è stata affidata alla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, in seguito alle nuove indagini per il recupero del dipinto effettuate dai Carabinieri dei Nuclei Tutela del Patrimonio Culturale di Cosenza e di Torino. Il dipinto verrà esposto presso la Galleria Nazionale di Cosenza, arricchendo la già considerevole collezione di opere del Cavalier Calabrese, già in mostra.

  • Italia. Il dittico dei Montefeltro cela simbologie storiche e religiose

  • I ritratti del duca di Federico da Montefeltro e di sua moglie Battista Sforza – realizzati da Piero della Francesca verso la metà del 1400 – nasconderebbero, sul retro, la rappresentazione del trionfo di entrambi i personaggi.

  • Londra. Un quadro della regina Elisabetta I svela un segreto centenario.

  •   Il National Portrait Gallery di Londra ha sottoposto ad analisi a raggi X alcuni quadri della regina Elisabetta I che ne hanno messo in luce dettagli del tutto inediti.

  • Mar Baltico. Scoperti numerosi relitti durante i lavori per un gasdotto

  • Gli ingegneri che sorvegliano il Mar Baltico per il progetto di un gasdotto hanno scoperto un vero e proprio cimitero di navi sommerse, con nove relitti storici affondati in un tratto relativamente raccolto di fondale; tra essi una “longboat” vichinga vecchia di 1000 anni e diverse navi risalenti a un periodo che va dal XVI al XVIII secolo. La scoperta è avvenuta vicino all’isola svedese di Gotland ed è stata effettuata mediante scansioni sonar del fondale.

  • 18° Giornata Fai di primavera: visita a 590 siti il 27 e 28 marzo

  • La nostra rubrica “i venerdì di Archeorivista” è al giro di boa del primo mese di vita. Dopo il servizio iniziale sull’indagine dell’associazione Civita dedicata al “pubblico dell’archeologia”, abbiamo raccontato tre visite agli scavi sotterranei delle basiliche romane dedicate a Santa Maria Maggiore, ai santi Silvestro e Martino ai Monti e ai santi Giovanni e Paolo al Celio. Il passaggio al secondo mese coincide con la 18^ Giornata Fai di primavera, che apre al pubblico nel week end del 27-28 marzo ben 590 siti e luoghi d’arte e di storia in 250 località distribuite sull’intero territorio nazionale, con visite in

  • Gran Bretagna, Salisbury. Scoperto il più antico testo in inglese, ma resta il mistero sul contenuto

  • Quello che si ritiene sia il primo esempio di un vero e proprio scritto in lingua inglese, è stato scoperto poco tempo fa in una chiesa britannica. Risale a circa mezzo millennio fa e il suo messaggio risulta essere abbastanza importante per quell’epoca. È proprio per questo motivo, forse, che fu incisa nel luogo ove è stato scoperto, ossia la parete interna di quella che si può definire la cattedrale più bella dell’ Inghilterra, quella di Salisbury, nel Wiltshire. Sembra però che fin’ora nessuno sia stato in grado di decifrare in modo esatto e completo il suo contenuto