storia romana - articoli in archivio

  • Italia, Ercolano – gli scavi sorprendono ancora: scoperto un rilievo di marmo d’arte greca

  • Il recente ritrovamento proveniente dagli scavi di Ercolano ci porta all’arte greca: è un marmo da parete, compreso in un affresco, trovato il 18 di febbraio 2009 nel corso dei lavori per la manutenzione ordinaria di un suntuoso edificio residenziale scavato solo parzialmente presso la cosiddetta Insula nord-occidentale. L’opera raffigura scene dionisiache ed è ospitata presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli: il pubblico potrà visionarla sino al 13 di aprile nel corso della grande mostra che venne inaugurata nell’ottobre del 2008 e che riguarda i ritrovamenti del sito archeologico avvenuti in questi ultimi tre secoli.

  • Italia, Fiumicino – riprende vita il porto dell’Urbe alla foce del fiume Tevere

  • Rappresentava il più rilevante scalo del Mar Mediterraneo, basilare per approvvigionare la Roma imperiale: grazie alla sua ubicazione centrale nel “Mare Nostrum” risultava più strategico anche del famoso porto di Alessandria d’Egitto. Attualmente, i resti di Portus, il vasto insediamento formato dai porti di Traiano e di Claudio e dai loro annessi, siti alla foce del fiume Tevere, non distante dalla città di Ostia, costituiscono un’area archeologica unica al mondo, sebbene il porto di Claudio risulti, per la maggior parte, interrato e la linea di costa possa confondere poiché è avanzata di cinque chilometri nel corso dei secoli.

  • Algeria, Zerfaza – trovata città romana, potrebbe essere Tabsus

  • Forse appartengono a Tabsus, città d’epoca romana, i reperti archeologici trovati a Zerfaza, nell’Algeria orientale, a sud di Skikda, nel corso di lavori per l’edificazione di una casa.

  • La “triplice cinta”, un saggio sui misteri medievali

  • Non soltanto misteri medievali, ma anche giochi in uso tra il popolo e ormai spariti dai costumi e restati “segnati” su percorsi di pellegrinaggio, chiese, spazi in mano ai templari, anche nei paesini bergamaschi di Verdello e Vilminore. Questo e tanto altro nel saggio composto a due mani da Giulio Coluzzi e dalla ricercatrice Marisa Uberti, la quale risiede a Spirano e da diversi anni è impegnata in temi culturali legati, in particolar modo, al simbolismo e all’archeologia misteriosa. Questo saggio, che s’intitola I luoghi delle Triplici cinte in Italia, si può trovare nelle maggiori librerie italiane e, ovviamente, su

  • Italia, Avezzano – inaugura la mostra intitolata Nuovi tesori dal Fucino. Archeologia nella Marsica – Mostra di Cantiere

  • È stata inaugurata il giorno 14 febbraio 2009, ad Avezzano, la mostra intitolata Nuovi tesori dal Fucino. Archeologia nella Marsica – Mostra di Cantiere. A promuovere l’iniziativa sono stati il Comune di Avezzano e la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo, mentre il compito di realizzarla è stato affidato all’Associazione Culturale Antiqua. La mostra appena inaugurata si terrà presso il Palazzo Municipale di Avezzano, nella Sala Conferenze, dal 14 di febbraio fino al 13 di aprile del 2009. L’esposizione va ad inserirsi nel più amplio progetto intitolato Innamorati dell’Arte, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con

  • Egitto, Saqqara – ritrovate mummie risalenti alla XXVI Dinastia

  • Nel corso di lavori di scavo svolti nella vasta necropoli di Saqqara, a meridione del Cairo, è stato scoperto dal segretario generale del Consiglio supremo delle antichità egizie, l’archeologo egiziano Zahi Hawass, una sorta di magazzino dove giacevano ventiquattro mummie risalenti alla XXVI Dinastia. Hawass spiega che il luogo dove è avvenuto il ritrovamento si trova in una zona dove sono presenti alcune tombe molto antiche, della VI Dinastia, che risalgono a 4300 anni fa.

  • Italia, Modena – scoperta la statua di un leone a Fossalta

  • La figura di un leone intagliata in un solo blocco di calcare bianco a grandezza quasi naturale, che sorvegliava con una o magari tre sculture simmetriche un monumento sepolcrale, distrutto anticamente, che si ergeva sull’antica via consolare Emilia. È questo l’incredibile ritrovamento archeologico fatto nei giorni passata in località Fossalta, Modena, nel corso dei lavori di ampliamento di una costruzione.

  • Italia, Roma – il Pantheon era un’enorme meridiana?

  • È possibile che il Pantheon romano fosse una gigantesca meridiana? A proporre quest’ipotesi è Robert Hannah, esperto di orologi antichi e facente capo all’Università neozelandese di Otago in Dunedin. Hannah, a Roma nel 2005, visitò l’antico tempio, dove erano venerati tutte le divinità e che fu edificato da Adriano nel 127-128 dopo Cristo, sulle macerie del precedente Pantheon, realizzato per volere di Marco Vipsanio Agrippa nel 25-27 avanti Cristo.

  • Italia, Manduria – scoperti altri reperti

  • Ulteriori ritrovamenti archeologici nell’area storica di Manduria nel corso di un lavoro di scavi per la realizzazione di una fogna presso piazza Commestibili, al bivio con via Senatore Lacaita.

  • Italia, Montegibbio – si è dedicata una giornata ai ritrovamenti della villa romana

  • La terza campagna di scavo presso Montegibbio si è conclusa la passata estate e sabato 7 febbraio 2009 si è tenuta una giornata di studio in onore dell’archeologia, della geologia e della storia numismatica del territorio. Questa iniziativa, promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, dal Comune di Sassuolo e dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, segue la scia della mostra che nell’estate del 2007 venne inaugurata presso il Castello di Montegibbio e che venne ripresentata l’autunno successivo presso il Palazzo Ducale di Sassuolo e riscosse un grande successo, evidenziando così il notevole interesse del pubblico nei