storia romana - articoli in archivio

  • Italia, Grosseto – riscoperto un relitto d’epoca romana e rinvenute diverse anfore

  • È stata scoperta, in maniera fortuita, un’area archeologica marina d’età romana non ancora censito, dai militari del Nucleo tutela patrimonio culturale di Firenze, i quali, grazie ad un’operazione di controllo hanno anche recuperato alcuni reperti archeologici razziati.

  • Italia, Ercolano – un’equipe di studiosi italo-inglese effettua una TAC in cima alla Basilica della città romana devastata dalla furia del Vesuvio

  • L’obiettivo della TAC effettuata ad Ercolano dalla squadra composta da alcuni studiosi italo-inglesi è stato quello di indagare la zona dell’antica Basilica, la costruzione d’età romana che coincide con il tribunale dei nostri giorni. Gli esiti dello studio consentiranno una più vasta conoscenza dell’ubicazione e delle condizioni di conservazione della Basilica. Per di più, visto che non si conosce niente della struttura della città romana vicino alla costruzione analizzata, l’analisi evidenzierebbe l’estensione e la forma di tutto il quartiere antico tuttora interrato.

  • Bosnia, Sarajevo – scoperte piramidi: si tratta di fanta-archeologia oppure è realtà?

  • La prima eclatante notizia che citava la presenza di piramidi in Bosnia appare sul quotidiano locale “Dnevni Avaz” nell’ottobre del 2005 e annuncia al mondo la scoperta di quello che viene definito il “primo monumento sepolcrale europeo”, individuato nella valle di Visoko, una piccola città che si trova a trenta chilometri a nord di Sarajevo, la capitale. Secondo lo scopritore la presunta piramide risulta avere un’altezza di oltre 200 metri (229 per la precisione), una base con lati che misurano più oltre 360 metri e sarebbe stata costruita con blocchi di arenaria. Essa testimonierebbe la passata esistenza, in un territorio

  • Italia, Massa Martana – la notizia delle scoperte archeologiche di Santa Maria Pantano arriva negli States

  • Nel corso della centodiecesima edizione del più importante convegno dello storico gruppo di ricerca e diffusione archeologica americano, l’Annual Meeting of the Archaeological Institute of America, tenutosi dall’otto all’undici gennaio a Philadelphia, in Pennsylvania, è stato mostrato un lavoro inerente agli scavi del Vicus Martis Tudertium.

  • Italia, Marsala – presentati i risultati riportati dagli scavi nel Parco di Capo Boeo

  • Il 22 gennaio sono stati mostrati, per volontà dell’Amministrazione Comunale, presso il Complesso Monumentale San Pietro di Marsala, gli esiti riportati dagli scavi condotti all’interno del Parco di Capo Boeo, che da diverso tempo occupano l’attenzione di archeologi, addetti ai lavori e turisti. Questa presentazione è il seguito di quella avvenuta in data 5 dicembre 2008 presso il Museo Civico Baglio Anselmi e voluta dalla Soprintendenza di Trapani e,particolarmente, dal direttore dei lavori, Rossella Giglio, e da Giuseppe Gini.

  • Italia, Corciano – apre “Antiquarium”, il nuovo museo di archeologia

  • A Corciano, un borgo medievale non troppo distante da Perugia, è stato inaugurato, in data 9 gennaio, il nuovo museo di archeologia, chiamato “Antiquarium”. Collocata all’entrata del paese, mostra al pubblico beni paleontologici, reperti risalenti alla preistoria e moltissime testimonianze del periodo etrusco e romano che provengono dal territorio del comune.

  • Italia – al Tg3 sbarca il progetto Imago Urbis

  • Cos’è Imago Urbis? È una banca dati che nasce da una ricerca ventennale rivolta alla catalogazione e alla raccolta dei dati archeologici che riguardano Roma e il suo territorio in un’epoca che va dalla metà del nono secolo avanti Cristo alla metà del sesto secolo dopo Cristo. L’importante lavoro di ricerca è stato gestito dalla Cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e romana della facoltà di Scienze Umanistiche che risponde all’Università La Sapienza.

  • Italia, San Mango d’Acquino – scoperto un sepolcro romano: è possibile che si tratti di un’area archeologica sconosciuta

  • La straordinaria scoperta è stata fatta nella zona di confine tra l’area di San Mango d’Aquino e quella di Nocera Torinese, sul tratto di strada conosciuto come “Galassia”. Il ritrovamento è un meraviglioso sepolcro antico che è stato scoperto in maniera casuale, dopo che la copiosa quantità di pioggia degli ultimi giorni ha provocato il franamento di parte del terreno che rivestita la tomba, cosicché una porzione dell’antica reliquia è venuta alla luce.

  • Inghilterra, Leicester – è stato quello persiano il primo esercito a impiegare le armi chimiche

  • Il primo esercito della storia che utilizzò le armi chimiche fu quello persiano, nel 256 d.C., mentre assediavano Doura Europos, una città della Siria. In base agli studi di un’equipe di studiosi inglesi operanti presso l’Università di Leicester, le truppe persiane impiegarono una miscela gassosa sprigionata da una combinazione di bitume e di zolfo contro i romani barricati all’interno della città siriana.

  • Israele, Herodium – una serie di dipinti di fattura romana emerge dalla tomba di re Erode

  • Gli studiosi che si stanno occupando dell’attività di scavo presso la presunta tomba del re Erode il Grande, portata alla luce l’anno scorso sulle pendici nord-est del Monte Herodium, vicino a Hebron, nello stato cisgiordano, hanno scoperto dei preziosi affreschi di fattura romana, mai vista prima in territorio mediorientale.