storia romana - articoli in archivio

  • Pompei. Nuovo sito internet con visita virtuale

  • È finalmente online il sito internet www.pompeiviva.it che mostra il nuovo aspetto dell’area archeologica vesuviana. Tra le proposte originali del sito, le mappe interattive degli scavi di Pompei, Oplontis e Ercolano con accurate schede di oltre centocinquanta luoghi di interesse visitabili, molti aperti recentemente al pubblico.

  • Gran Bretagna, North Yorkshire. L’accoppiata calzino e sandalo era un uso romano

  • Sembra che la moda più antiestetica della storia dell’uomo, ovvero l’accoppiata calzino e sandalo, sia stata ereditata dagli antichi Romani. Lo confermerebbe il ritrovamento in un sito archeologico del North Yorkshire di frammenti di fibre incastrati in una calzatura simile a un sandalo e la scoperta delle prove dell’esistenza di calzini in quattordici tombe che si trovano nella periferia dell’area.

  • San Pietro in Bevagna (Ta). Sub segnala un relitto di epoca romana

  • Nel Tarantino sono stati individuati i resti di una nave di epoca romana, un relitto databile a un periodo compreso fra il II e il I secolo avanti Cristo. Il ritrovamento è avvenuto nelle acque di San Pietro in Bevagna (Ta), sulla costa orientale, localià celebre per un’altra nave romana affondata che trasportava sarcofagi di marmo, in parte lavorati e in parte abbozzati. 

  • Pantelleria. Rinvenute monete del I secolo a.C.

  • Un piccolo tesoro, costituito da centosette monete d’argento risalenti al primo secolo avanti Cristo e da un medaglione d’epoca punica è venuto alla luce a Pantelleria. Il ritrovamento è stato effettuato presso l’Acropoli di Santa Teresa durante i lavori di scavo diretti da Thomas Schafer dell’Università di Tubinga e da Massimo Osanna, docente dell’Università di Matera. Il sito è indagato continuativamente dal 2000 grazie al lavoro di una quarantina di persone, tra studenti e specializzandi nel campo dell’archeologia. (nota. La foto non si riferisce alle monete del ritrovamento in questione, ma ad altro rinvenimento, e ha solo valore esplicativo, non

  • Pompei. Boom di turisti nel Ferragosto

  • Il 2010 si conferma un anno positivo per l’area archeologica di Pompei: nel week end di Ferragosto è stato registrato un vero boom di visitatori. Infatti, da venerdì 13 a domenica 15 agosto nel solo sito di Pompei si sono riversate 26348 persone: + 9.41 rispetto all’anno scorso. Il successo di Pompei ha trainato anche le altre aree vesuviane: Oplontis, Ercolano e Boscoreale hanno registrato complessivamente un significativo + 8.67 & rispetto al 2009.

  • Pantelleria. Il mare restituisce il più antico strumento per la raccolta corallo

  • Importantissima scoperta a Pantelleria: dopo la segnalazione di Francesco Spaggiari, responsabile del Diving Club Cala Levante, la Soprintendenza del Mare, diretta da Sebastiano Tusa, ha rinvenuto nelle acque di Cala Levante, a una profondità di 23 metri, un elemento assolutamente incomprensibile a prima vista, costituito da un trave di legno infilato in una semisfera di piombo con un diametro di 50 centimetri.

  • Aquileia. Individuato l’accesso alla domus dei Putti danzanti

  • Scoperto dai ricercatori dell’Università di Trieste uno degli ingressi monumentali alla casa dei Putti danzanti di Aquileia, databile al quarto secolo dopo Cristo. La grande domus d’epoca tardo-antica apparteneva probabilmente a un personaggio importante dell’epoca, forse un funzionario imperiale. L’equipe, guidata da Federica Fontana, sta indagando il sito da alcuni anni, facendo luce sulla stratificazione di vita di questo quartiere, situato tra il foro e il porto fluviale, punti cruciali della struttura urbanistica dell’antica Aquileia.

  • Macerata. Localizzato un insediamento di epoca romana

  • Scoperta vicino a Macerata una grande zona urbana, di circa venti ettari, probabilmente riferibile all’insediamento di Pausulae d’epoca romana. Il ritrovamento è avvenuto durante la consueta attività di monitoraggio delle aree archeologiche marchigiane, che avviene attraverso ricognizioni in volo effettuate con l’aiuto degli elicotteri dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Ancona e del Quinto Nucleo Elicotteri di Falconara Marittima, supportati dai funzionari della Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche.

  • Valle d’Aosta, Nus. Individuato insediamento di capanne di età romana

  • Un nuovo e importante ritrovamento per il patrimonio archeologico della Val d’Aosta: si tratta di 56 fondi di capanna a base circolare, costruiti con mura a secco, scoperti fortuitamente al confine fra i comuni di Nus e Torgnon, sul Col Pierrey, da Pier Carlo Reboulaz, un cittadino di Nus. In seguito alla segnalazione di Reboulaz, i tecnici della Regione hanno immediatamente avviato una campagna di scavo.

  • Gran Bretagna. Le monete romane rivalutano il ruolo di Carausio

  • La scoperta di un’anfora di monete romane in Gran Bretagna riporta l’attenzione degli studiosi su Carausio, comandante romano che nel 286 dopo Cristo si autoproclamò imperatore. Infatti, il tesoro ritrovato da David Crisp con l’aiuto di un metal detector ha consentito agli esperti di analizzare 800 monete coniate sotto Carausio, durante il breve regno del quale la Gran Bretagna fu unita e indipendente per la prima volta nella sua storia.