Zahi Hawass - articoli in archivio

  • Egitto, Luxor. Trovati i pezzi mancanti della statua di Amenhotep III

  • Farouk Hosny, Ministro della Cultura egiziano, ha appena annunciato il ritrovamento dei sei pezzi mancanti dell’enorme statua doppia della XVIII dinastia che raffigura re Amenhotep III e la regina Tiye. La scoperta è avvenuta nei pressi del tempio funerario del faraone, sulla sponda occidentale di Luxor. Adesso la statua è esposta in mezzo alla sala del Museo Egizio del Cairo.

  • Egitto, Luxor. Chiude ai turisti la tomba di Tutankhamon

  • Poche persone potranno ancora ammirare la tomba di Tutankhamon dal vivo, presso la Valle di Luxor, perché come ha annunciato il segretario generale Zahi Hawass verrà presto chiusa al pubblico per evitare danneggiamenti. Le misure drastiche di protezione saranno applicate anche ad altre due famose tombe faraoniche di Luxor, quelle di Seti I e di Nefertari, padre e moglie di Ramses II.

  • Egitto, Il Cairo. Scoperte altre 12 sfingi sul viale tra Luxor e Karnak

  • Un’equipe di ricercatori internazionali ha portato alla luce dodici nuove sfingi, sculture con testa umana o di ariete e corpo di leone, presso il viale che congiunge l’antico tempio faraonico di Luxor a quello di Karnak, a 600 chilometri dal Cairo. Le statue risalgono all’epoca in cui regnò l’ultimo sovrano della XXX dinastia (343-380 avanti Cristo). Il viale, costeggiato da due serie di sfingi che raffigurano il dio Amon-Ra, misura 2700 metri di lunghezza e 70 metri di larghezza, venne realizzato su ordine di Amenhotep III (1372-1410 avanti Cristo) e ristrutturato più tardi da Nectanebo I (380-362 avanti Cristo).

  • Egitto, Luxor. Scoperta una statua del faraone Amenhotep III

  • La parte superiore di una doppia statua in granito raffigurante il faraone Amenhotep III è venuta alla luce presso Kom el-Hittan, nella zona occidentale di Luxor. Kom el-Hittan è il sito dove sorge il tempio di Amenhotep III, che rappresenta uno dei più grandi templi dell’area occidentale di Luxor. Il tempio originariamente aveva due entrate, una che dava sul versante orientale, dove dimorano i Colossi di Memnon, e una che dava sul versante settentrionale, dove si trovava la doppia statua. La statua è stata scoperta durante gli scavi di routine effettuati dalla squadra egiziana del Consiglio Supremo delle Antichità.

  • Egitto, Luxor. Scoperta a Kom El-Hettan una testa di Amenhotep III

  • Il Ministro della Cultura egiziano, Farouk Hosni, ha annunciato la scoperta di una colossale testa di granito rosso di Amenhotep III (circa 1390-1352 a.C.), ritrovata nel suo tempio funerario di Kôm El – Hettan, area sulla riva occidentale di Luxor. Ha aggiunto inoltre, che la scoperta è stata effettuata grazie al team internazionale Egiziano-Europeo che si sta occupando del “Colossi of Memnon and Amenhotep III Temple Conservation Project”.

  • Egitto, Kom al-Dikka – Scoperto il primo tempio dedicato alla dea Bastet

  • Il Servizio egiziano per le antichità egizie diretto dal famoso archeologo Zahi Hawass ha recentemente annunciato la scoperta di un antico tempio greco eretto in onore della dea egizia Bastet. Il santuario dedicato a questa divinità, rappresentata con testa di gatto su corpo di donna, è stato portato alla luce ad Alessandria d’Egitto da una spedizione di archeologi egiziani.

  • Egitto, Saqqara – Scoperta una grande tomba monumentale

  • Dall’antica necropoli di Saqqara, a trenta chilometri dal Cairo, emergono due tombe databili al 500 avanti Cristo (XXVI dinastia) e scavate nella pietra, di cui una è la più grande mai scoperta nel sito.

  • Egitto – si cerca la tomba dove riposano Marcantonio e Cleopatra

  • Un’equipe di studiosi di archeologia egiziani e domenicani si è incaricata di una missione speciale: cercare la tomba nascosta di Marcantonio e Cleopatra. La squadra di esperti è sicura di aver identificato l’esatta ubicazione del leggendario sepolcro a trenta chilometri da Alessandria, presso il tempio di Tabusiris e la campagna di scavo prenderà il via in questi giorni. Nel caso in cui la missione si concludesse con un successo, questi archeologi saranno i fortunati responsabili della scoperta archeologica del nostro secolo. Infatti, malgrado la testimonianza di Plutarco in merito, nessuno può affermare con sicurezza che Cleopatra e Marcantonio siano stati

  • Egitto, Saqqara – trovata la più bella mummia di tutto l’Egitto

  • È stata scoperta, conservata ottimamente, la più bella mummia egiziana, Sociramnet. In base a ciò che ha dichiarato Zahi Hawass, segretario generale presso il Csa (Consiglio Superiore delle Antichità egiziane), la mummia è stata portata alla luce il 12 di febbraio 2009, a 20 km a meridione del Cairo, presso la necropoli di Saqqara, nel corso dell’apertura di uno dei sepolcri in calcare trovati nei giorni passati in una tomba risalente a 4300 a anni fa.

  • Egitto, Saqqara – ritrovate mummie risalenti alla XXVI Dinastia

  • Nel corso di lavori di scavo svolti nella vasta necropoli di Saqqara, a meridione del Cairo, è stato scoperto dal segretario generale del Consiglio supremo delle antichità egizie, l’archeologo egiziano Zahi Hawass, una sorta di magazzino dove giacevano ventiquattro mummie risalenti alla XXVI Dinastia. Hawass spiega che il luogo dove è avvenuto il ritrovamento si trova in una zona dove sono presenti alcune tombe molto antiche, della VI Dinastia, che risalgono a 4300 anni fa.