Tunisia. Scoperto uno scheletro di dinosauro perfettamente conservato

A una profondità di soli cinquanta centimetri, presso Tataouine, in Tunisia, è venuto alla luce lo scheletro di un rettile preistorico di centodieci milioni di anni fa. Il ritrovamento è stato fatto da un gruppo di studiosi formato da ricercatori dell’Università di Bologna e dell’Ufficio nazionale delle miniere tunisino. Secondo gli esperti sarebbe il primo dinosauro completo e il primo grande erbivoro ritrovato nella regione: cinque quintali di ossa lunghe quindici metri in totale per una carcassa perfettamente conservata e pressoché intera. La straordinaria scoperta aiuterà a ripercorrere la trasformazione dell’Africa del Nord e a conoscere la sua fauna di

Tunisia. Scoperto uno scheletro di dinosauro perfettamente conservato

A una profondità di soli cinquanta centimetri, presso Tataouine, in Tunisia, è venuto alla luce lo scheletro di un rettile preistorico di centodieci milioni di anni fa. Il ritrovamento è stato fatto da un gruppo di studiosi formato da ricercatori dell’Università di Bologna e dell’Ufficio nazionale delle miniere tunisino. Secondo gli esperti sarebbe il primo dinosauro completo e il primo grande erbivoro ritrovato nella regione: cinque quintali di ossa lunghe quindici metri in totale per una carcassa perfettamente conservata e pressoché intera.

La straordinaria scoperta aiuterà a ripercorrere la trasformazione dell’Africa del Nord e a conoscere la sua fauna di grandi vertebrati, per poi mettere a confronto queste informazioni con le equivalenti europee e con i fossili ritrovati in Brasile. Nel mese di aprile, lo scheletro verrà trasferito a Bologna, dove verrà indagato scientificamente per essere infine trasportato di nuovo a Tataounine, dove verrà esposto presso il Museo della memoria della Terra.

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.