Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Vantaggi e truffe dell’home banking

Vantaggi e truffe dell'home banking

I vantaggi dell’home banking

Vediamo ora ancora più nello specifico quali sono i vantaggi del sistema di home banking. Il primo è certamente la possibilità di accedere al proprio conto corrente in qualsiasi momento, dal computer o usando lo smartphone. In questo modo qualsiasi operazione risulta immediata e svolta in tempo reale, con un notevole risparmio economico e di tempo.

Tutti i servizi sono disponibili per i clienti tutti i giorni h24 e questo è un secondo vantaggio da non sottovalutare. Se è vero che per andare in banca è necessario sottostare agli orari di apertura e chiusura degli sportelli, con l’home banking qualsiasi operazione può essere effettuata a tutte le ore del giorno e della sera.

Se siete interessati al trading on line, è necessario optare per un conto che abbia questo servizio a disposizione on line e, qualora sia disponibile, anche in questo caso sarà possibile monitorare in tempo reale la borsa e tutti gli ordini di vendita e acquisto. Viene eliminata ogni mediazione da parte del personale della banca, anche se si può contattare un esperto in qualsiasi momento attraverso il servizio clienti messo a disposizione (numero verde, messaggi di posta, mail bancaria).

Come abbiamo già anticipato, con l’home banking si abbattono i costi di gestione e molte delle operazioni che normalmente si svolgono allo sportello previo pagamento di una commissione, diventano così gratuite per tutti i correntisti.

L’ultimo, ma importantissimo, vantaggio del sistema di home banking è la possibilità di ottenere qualsiasi informazione in tempo reale e direttamente su internet, in assoluta facilità e semplicità di gestione.

Come evitare le truffe con l’home banking

Se è vero che i moderni sistemi di protezione sono efficaci e all’avanguardia, quando si parla di internet è obbligatorio parlare di sicurezza, soprattutto se in gioco c’è il nostro denaro, le nostre credenziali d’accesso al sito della banca e i nostri dati personali. Le frodi, del resto, sono sempre dietro l’angolo e quello che conta è saperle riconoscere per poterle evitare.

Iniziamo sfatando subito un mito. I dati che inserite per accedere all’home banking sono protetti e al sicuro, grazie al sistema di protezione del software. Quello che invece dovete evitare è il phishing, pratica truffaldina meglio conosciuta come il tentativo di rubare l’identità digitale.

Come funziona il phishing? Probabilmente ne avete già sentito parlare ma non avete ancora capito bene come funziona. È molto semplice: in genere questo tipo di truffa viaggia via mail. La maggior parte delle volte le mail di phishing, per fortuna, finiscono nello spam, ma se mai dovessero raggiungere la casella di posta ricevuto, c’è un unico modo per riconoscerle.

Posto e considerato che la banca non chiede mai, via mail e informazioni personali, come data di nascita, numero di telefono e indirizzo di posta elettronica, se vi arriva una mail che vi chiede di inserire queste informazioni all’interno di una pagina web si tratta di un tentativo di phishing. In genere questa mail sono accompagnate da link che non bisogna mai aprire, per evitare di essere intaccati da malware. In ogni caso, è sempre bene modificare le password con una certa frequenza e non scaricare mai sul proprio computer programmi che non conoscete o che sono di dubbia provenienza. Ogni volta che ultimate tutte le operazioni con l’home banking, inoltre, ricordate sempre di effettuare il log out.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*