Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Vetulonia (Gr). Individuata una domus etrusca, la prima mai scoperta

Un’abitazione signorile in perfetto stato di conservazione è venuta alla luce nel sito archeologico di Vetulonia: è la prima domus etrusca datata fra il terzo e il secondo secolo avanti Cristo scoperta in Italia. Le sei monete etrusche e romane ritrovate nel sito hanno permesso agli esperti di risalire anche alla data del crollo della casa: 79 avanti Cristo, contemporaneamente alle guerre provocate dal dittatore romano Lucio Cornelio Silla che proprio in quel periodo colpirono anche Vetulonia.

Grazie ai numerosi reperti ritrovati, gli archeologi potranno far luce su molti aspetti della vita nella domus e sulle tecniche di costruzione. Gli scavi hanno restituito il seminterrato della villa, costruito con pietra legata a secco, che costituiva una sorta di magazzino dove la famiglia etrusca conservava i prodotti alimentari, come testimonia il bellissimo e grande orcio trovato all’angolo della stanza nel quale venivano ricoverate le granaglie e il vicino frantoio per le olive. Inoltre, è stato riportata alla luce la pavimentazione originale dell’abitazione fatta di coccio pesto.

Moltissimi i frammenti di anfore, vasi, piatti in vernice nera che possono essere adesso recuperati ed esposti. La presenza di molti chiodi ha fatto poi supporre l’esistenza di un piano superiore con travi in legno e argilla nel soffitto, che oggi può essere definito come un “soppalco etrusco”. Le mura sono state costruite con mattoni parallelepipedi in argilla cruda seccata al sole. Questo ritrovamento ha consentito di toccare i primi mattoni etruschi mai conosciuti sino ad oggi e gli intonaci in argilla. È stata anche trovata una maniglia di una porta e pezzi di mobili in bronzo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*