Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Visoko (Bosnia). Il georadar rileva un’anomalia, forse una camera sepolcrale

Dal sito archeologico di Visoko, in Bosnia, il prof. Paolo Debertolis, del gruppo di ricerca SBRG, e l’archeologa italiana Sara Acconci, ci riferiscono i particolari di una scoperta che, se confermata nel dettaglio dell’ipotesi avanzata, potrebbe rilvelarsi sensazionale: una ricerca accurata e certosina li ha portati a sondare, col georadar, il tunnel di Ravne, il cunicolo che fiancheggia le “piramidi bosniache“, forse riutilizzato nel periodo tra 4000 e 3500 a.C.

Ebbene, lo strumento ha rivelato una anomalia geometrica molto evidente sotto il piano di calpestio e potrebbe trattarsi di una tomba a due camere ipogee sovrapposte, situate alla profondità di 4,5 metri.

operazioni di ispezione col georadar a Visoko
operazioni di ispezione col georadar

Sembra sconosciuta la tipologia dell’ambiente: due stanze sovrapposte (realizzate in lastre di pietra tenute insieme da una struttura circostante e da opere di drenaggio) le quali, alla visione del georadar, assumono una forma romboidale.

Georadar rombi
l’anomalia “a rombi” vista al georadar

La ricostruzione assonometrica propone quindi un’anomala struttura intrecciata su più piani.

Ipotetica assonometria a mano delle camere
Ipotetica assonometria tracciata a mano con struttura delle camere

Un tentativo di trafugamento, effettuato in antico, fallì fortunatamente, lasciando intatto il contesto e l’ultima parola sulla costituzione dell’ambiente spetterà alle sonde a fibre ottiche che permetteranno di osservare l’interno dell’ipogeo senza violarlo e senza intaccarne l’integrità.

il georadar mostra il segno di un antico tentativo di trafugamento
il georadar mostra il segno di un antico tentativo di violazione delle camere

L’idea di cercare elementi significativi per la comprensione del contesto, sotto il piano di calpestio, è stata del prof. Debertolis il quale si è ricordato dei segni incisi sulle pietre nel tunnel, ipotizzando quindi una possibile tumulazione di persone vive, per cause ignote e forse a scopo d’esecuzione o per motivi rituali.

Nota

Si ringraziano il SB Research Group, nelle persone del prof. Paolo Debertolis e della dott.ssa Sara Acconci, per le informazioni prontamente riferite e per la l’utilizzo esclusivo, concesso ad Archeorivista e ad Archeoguida, delle immagini dello scavo.

3 Commenti su Visoko (Bosnia). Il georadar rileva un’anomalia, forse una camera sepolcrale

  1. I would like to respond to GPR:
    the X figures are not interpreted as structures or buildings but as geometric anomalies, so they are shown by acquisition devices and not in my opinion…
    Bye
    Stefano Todisco

  2. Interpretation of GPR without BASIC knowledge about it leads to many mistakes…
    Pipe will give hiperbolic shape – but IT’S NOT real shape of object – just reflection from it… you need to read few books guys…

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*