Cina – I cavalli dell’esercito di terracotta erano “castrati”

La maggior parte dei cavalli del cosiddetto esercito di terracotta che montava la guardia al mausoleo di Quin Shi Huang, primo imperatore della dinastia Qin tra il 221 e il 207 avanti Cristo erano “castrati”. Autore della scoperta è l’archeologo Yuan Jing dell’Accademia cinese di Scienze sociali. 

Secondo l’attento studio che l’esperto ha svolto sui cavalli appartenenti all’esercito di terracotta scoperto nell’area archeologica di Xi’an, tutti gli animali che trainavano i carri risultano “castrati”. L’archeologo spiega che ci troviamo davanti alla più antica testimonianza di “castrazione animale” mai conosciuta che, presumibilmente, era voluta sia dall’imperatore sia dai soldati per fornire ai cavalli un aspetto più valoroso.

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.