Consigli utili per arredare al meglio l’ufficio

Quando si arreda un ufficio bisogna fare due calcoli tra funzionalità, spesa complessiva e design. Se si ha molto budget a disposizione e lo spazio da arredare è molto grande, probabilmente la scelta migliore è quella di affidarsi o a un arredatore di professione, oppure a un fornitore di qualità come IVM Office, abituato ad arredare uffici direzionali di prestigio, da quelli legali a quelli di rappresentanza. Quando invece ci si muove da soli, è bene seguire questi consigli.

  • Posiziona la scrivania con faccia alla porta. Non dare mai le spalle né a chi entra, né a chi passa. Una scrivania frontale rispetto alle vie di passaggio è molto più invitante, come insegnano gli arredi delle banche o delle poste, che non mettono mai di spalle gli impiegati allo sportello. Voltando le spalle comunicate, anche non volendo, ostilità.
  • Non scegliere mai una finestra però come parete alle proprie spalle per due motivi: non è sana, perché si prende aria sul collo anche a dispetto della impermeabilità dei vetri. Inoltre riflette sul display del computer rendendolo quasi illeggibile. Quindi bisogna mettersi possibilmente vicini, ma non troppo, per stare comunque in una zona ad alta illuminazione diurna. La luce ha sempre un lato positivo.
  • Evitate di sedervi frontali rispetto alla porta: date l’idea di ostruire il passaggio. L’entrata deve rimanere sgombra, sfruttare al meglio le pareti per tutti gli arredi, come la scrivania, la libreria gli eventuali scaffali.
  • Distribuite il peso visivo in tutta la stanza per rendere lo spazio equilibrato. In altre parole, non mettere tutte le vostre forniture in un angolo della stanza e lasciare l’altra estremità della stanza con una grande parete vuota e senza mobili. L’equilibrio visivo può essere creato non solo dai mobili, ma anche dagli arredi. Se hai la scrivania e le librerie a un’estremità della stanza, allora prova a appendere un po’ di quadri per mettere in equilibrio.
    Questo passaggio può essere difficile se si ha a che fare con uno spazio più piccolo, ma, se possibile, cercare di evitare di spingere tutti i mobili contro le pareti. Per sfruttare al meglio lo spazio e dare maggiore fluidità alla stanza, posiziona la scrivania in posizione centrale. Se hai una scrivania che deve essere posizionato contro un muro, dai sempre la possibilità di passare e libertà di movimento.
  • Flessibilità: Assicurati che il tuo ufficio sia progettato per accogliere non solo coloro che vi lavorano ora, ma anche i futuri dipendenti che potrebbero avere esigenze e gusti diversi e naturalmente i clienti. Cerca di ottenere una soluzione flessibile, magari pensando alle pareti divisorie mobili che possono essere utilizzate a piacimento, ogni qualvolta si vuole cambiare configurazione.
  • Ergonomia: Niente è peggio per la produttività – o per la propria salute! che non prestare l’attenzione che merita a un’ergonomia adeguata. Una postura scorretta può causare affaticamento agli occhi, mal di testa, al collo e alla schiena e affaticamento in generale. Ma una postura sana inizia con un buon design, quindi è fondamentale attenersi alle linee guida ergonomiche per evitare tensioni e lesioni. Sedie regolabili in altezza, vassoi per tastiera e monitor contribuiranno a preservare la salute tua e di chi lavora in ufficio con te.
Autore dell'articolo