archeologia subacquea - articoli in archivio

  • Egitto, Alessandria – Dalle acque del porto riemerge un importante reperto

  • È rarissimo e risale all’epoca di Tolomeo (308 avanti Cristo – 246 avanti Cristo) il reperto recentemente recuperato dalle acque del porto di Alessandria d’Egitto. All’importantissimo evento ha partecipato anche il famoso egittologo Zahi Hawwas, archeologo e Segretario Generale del Supremo Consiglio delle Antichità Egizie, e Farouk Hosni, Ministro della cultura egiziano. L’elemento architettonico, recuperato per mezzo di una gru, è un pilastro appartenente a un santuario dedicato alla dea Iside.

  • Canada. La nave fantasma del fiume Yukon non è più uno spettro, ma archeologia

  • Da tempo si pensava che il battello a ruota “A.J. Goddard”, adibito alla navigazione sul fiume Yukon, durante la celebre Corsa all’Oro, fosse affondato in un punto imprecisato, ma in realtà non se ne aveva alcuna prova. Era divenuto col passare del tempo una vera e propria “bave fantasma”. Ma nel luglio 2008 ha cessato di essere uno spettro e si è materializzato come relitto, praticamente intatto, nelle acque di un lago in Canada, dove è stato esplorato dagli archeologi subacquei e fotografato per la prima volta.

  • Italia, Ragusa – Nella acque di Punta Secca recuperato un busto di marmo

  • Recuperato dalle acque di Punta Secca un busto di marmo: questa l’inaspettata sorpresa che la quinta edizione del Corso di Introduzione all’Archeologia Subacquea, tenutosi a Ragusa presso il Castello di Donnafugata e organizzato dal Centro subacqueo ibleo Blu Diving e dalla Lega per le Attività Subacquee della UISP.

  • Italia – L’Enea progetta mini sommergibili robot per esplorare i fondali

  • Il Sistema integrato marino per i beni archeologici del distretto del Lazio, detto Simbad-L, sta per affrontare una nuova sfida: presto si misurerà con le affascinanti realtà del mondo sommerso sotto il Mar Mediterraneo, bacino di tante culture, da quella del re Minosse a quella dei Fenici, sino a quelle degli Etruschi, dei Romani, dei Greci e dei Bizantini.

  • USA. La nave del pirata Barbanera

  • Una spada, uno strumento da carteggio, un mortaio con relativo pestello, una miriade di piccoli pezzi e pepite di oro e una moneta sono tra gli oggetti ritrovati nel marzo 2009 tra i resti di una nave affondata al largo del North Carolina: queste scoperte confermano che si tratta della nave del pirata Barbanera.