necropoli - articoli in archivio

  • Italia, Tarquinia – apertura straordinaria del primo Maggio del Museo e della Necropoli Etruschi

  • Fra i luoghi più visitati del Mediterraneo da appassionati e studiosi di archeologia e arte antica possiamo includere la culla del popolo etrusco, la città di Tarquinia, dove il meraviglioso universo dei Tirreni riprende vita grazie alle tombe dipinte custodite nella sua Necropoli, dichiarata Patrimonio dell’Umanità. Qui, osservando le immagini dei dipinti, risalenti a più di duemilacinquecento anni fa, possiamo conoscere e comprendere i desideri e le passioni che animavano il popolo etrusco.

  • Italia, Cremona – la basilica di San Lorenzo diventa sede del museo archeologico

  • Dopo tre anni di impegnativi lavori di riqualificazione i cremonesi si vedono, finalmente, restituire uno dei posti più antichi e affascinanti di Cremona: la basilica di San Lorenzo, che si trova nell’omonima via, vicino alla scuole medie Vida.

  • Italia, Brindisi – riapre il MAPRI, ovvero Museo Provinciale Archeologico Ribezzo

  • Il 16 aprile 2009 è stata presentata, in anteprima per la stampa, la riapertura del MAPRI (Museo Provinciale Archeologico Ribezzo), rimasto chiuso per due anni a causa della sua restaurazione e musealizzazione, lavori partiti nel 2007 e sovvenzionati grazie all’Accordo di Programma Quadro Sistema dei Musei promosso dalla Regione Puglia e al contributo del PIS 12 Normanno Svevo. All’evento hanno presenziato anche Angela Marinazzo (direttrice del Museo), Giuseppe Adreassi (Soprintendente per i Beni Archeologici della Puglia), Ruggero Martines (direttore generale per i Beni culturali della Puglia), Michele Errico (presidente della Provincia di Brindisi) e Giampietro Rollo (assessore provinciale al Museo).

  • Verona. I tesori archeologici di Arano in mostra

  • Fino al 30 di giugno sarà accessibile la mostra dedicata dal Museo veronese di Storia Naturale alla sorprendente scoperta di archeologia funeraria avvenuta nell’area veronese che ha portato alla luce la vita preistorica del principio del secondo millennio avanti Cristo. L’esposizione intitolata Storie sepolte. Riti e culti all’alba del duemila a.C. vuole mostrare i primi esiti degli studi archeologici svolti presso Arano.

  • Egitto, Saqqara – trovata la più bella mummia di tutto l’Egitto

  • È stata scoperta, conservata ottimamente, la più bella mummia egiziana, Sociramnet. In base a ciò che ha dichiarato Zahi Hawass, segretario generale presso il Csa (Consiglio Superiore delle Antichità egiziane), la mummia è stata portata alla luce il 12 di febbraio 2009, a 20 km a meridione del Cairo, presso la necropoli di Saqqara, nel corso dell’apertura di uno dei sepolcri in calcare trovati nei giorni passati in una tomba risalente a 4300 a anni fa.

  • Italia, Palermo – scoperto un sepolcro punico completo di corredo funerario

  • Un sepolcro a camera che probabilmente appartiene a un sepolcreto punico è stato individuato a Palermo, presso piazza Indipendenza. Il ritrovamento è avvenuto durante i lavori per realizzare un collettore fognario quando è stata individuata una nicchia che, guardata più attentamente, ha svelato la presenza di una tumulazione.

  • Egitto, Saqqara – ritrovate mummie risalenti alla XXVI Dinastia

  • Nel corso di lavori di scavo svolti nella vasta necropoli di Saqqara, a meridione del Cairo, è stato scoperto dal segretario generale del Consiglio supremo delle antichità egizie, l’archeologo egiziano Zahi Hawass, una sorta di magazzino dove giacevano ventiquattro mummie risalenti alla XXVI Dinastia. Hawass spiega che il luogo dove è avvenuto il ritrovamento si trova in una zona dove sono presenti alcune tombe molto antiche, della VI Dinastia, che risalgono a 4300 anni fa.

  • Italia, Modena – scoperta la statua di un leone a Fossalta

  • La figura di un leone intagliata in un solo blocco di calcare bianco a grandezza quasi naturale, che sorvegliava con una o magari tre sculture simmetriche un monumento sepolcrale, distrutto anticamente, che si ergeva sull’antica via consolare Emilia. È questo l’incredibile ritrovamento archeologico fatto nei giorni passata in località Fossalta, Modena, nel corso dei lavori di ampliamento di una costruzione.

  • Italia, Marigliano – il parco archeologico si può realizzare

  • Il convegno che si è da poco svolto nel palazzo della città di Marigliano, durante il quale si è parlato della valorizzazione culturale del comune, ha dato esito positivo: è possibile la realizzazione di un parco archeologico. Questa idea ha preso vita un anno e mezzo fa, quando nell’area del Sentino, nel corso degli scavi per realizzare delle condotte fognarie, sono state scoperte una necropoli, contenente 7 tombe, e una villa d’età romana.