preistoria - articoli in archivio

  • Italia, Roma – iniziative in occasione dell’XI Settimana della Cultura

  • In occasione dell’XI Settimana della Cultura, che si terrà dal 18 al 26 aprile, la Soprintendenza al Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini ha in programma diverse iniziative culturali.

  • Italia, Sardegna – mostrata a Londra la straordinaria scoperta avvenuta all’interno delle grotte sarde risalenti al Neolitico

  • La scoperta effettuata da una squadra di ricercatori di Cagliari diretta da Giusi Gradoli (geologa cagliaritana) presso alcune grotte della Barbagia di Seulo e del Sarcidano è stata presentata anche a Londra: si tratta dei luoghi di culto usati dall’uomo neolitico e, fino ad oggi, nessuno vi era più entrato da quella remota epoca.

  • Italia, Bologna – l’ateneo bolognese ospita i reperti sequestrati

  • Ogni anno le Forze dell’Ordine intercettano numerosissimi reperti direttamente dalle mani dei tombaroli che li depredano dai loro siti originari, o da quelle degli antiquari o dei venditori on-line che tentano di piazzarli al miglior offerente, sia esso un collezionista senza scrupoli o un cittadino insospettabile. Poiché scavati abusivamente, questi reperti non hanno più né voce né memoria, sono privati della loro identità e nessuno potrà mai conoscere la loro storia. Gli scavi abusivi creano, così, un danno incommensurabile e irrimediabile all’archeologia ma anche, e più in generale, alla nostra cultura.

  • Italia, Brindisi – riapre il MAPRI, ovvero Museo Provinciale Archeologico Ribezzo

  • Il 16 aprile 2009 è stata presentata, in anteprima per la stampa, la riapertura del MAPRI (Museo Provinciale Archeologico Ribezzo), rimasto chiuso per due anni a causa della sua restaurazione e musealizzazione, lavori partiti nel 2007 e sovvenzionati grazie all’Accordo di Programma Quadro Sistema dei Musei promosso dalla Regione Puglia e al contributo del PIS 12 Normanno Svevo. All’evento hanno presenziato anche Angela Marinazzo (direttrice del Museo), Giuseppe Adreassi (Soprintendente per i Beni Archeologici della Puglia), Ruggero Martines (direttore generale per i Beni culturali della Puglia), Michele Errico (presidente della Provincia di Brindisi) e Giampietro Rollo (assessore provinciale al Museo).

  • Italia, Ancona – Omero: il museo archeologico per non vedenti

  • Nato nel 1993 per iniziativa del Comune di Ancona e sovvenzionato dalla Regione Marche, il Museo Omero, oltre a costituire uno spazio culturale adatto a tutti grazie alla sua struttura moderna, si pone l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e l’integrazione culturale degli ipovedenti e non vedenti.

  • Italia, Bolzano – l’uomo di Similaun ci mostra la sua ultima cena

  • Alla fine del convegno internazionale intitolato Bolzano Mummy Congress che sabato 21 marzo si è concluso a Bolzano sono emerse nuove informazioni sugli ultimi attimi della vita di Oetzi: lo stomaco della mummia del Similaun è ancora pieno e questo vuol dire che appena prima di morire si nutrì un’ultima volta.

  • Germania, Sipplingen – ritrovati sandali risalenti a cinquemila anni fa

  • Un sensazionale ritrovamento è stato fatto dagli archeologi a Sipplingen, sulla sponda tedesca del noto lago di Costanza: infatti è stato scoperto, conservato in condizioni ottime, un sandalo risalente all’età della pietra (2900 a.C.).

  • Italia, Viterbo – in mostra la ricostruzione del ciclo produttivo dei profumi in voga nel mondo antico

  • I loro nomi sono quelli delle dee del Monte Olimpo: Afrodite, Artemide, Athena e Hera. Sono i 4 profumi preistorici, formati da acqua, olio d’oliva, coriandolo e pino, mischiati a bergamotto e alloro, menta, mandorla amara e prezzemolo.

  • Francia, Parigi – a rischio i dipinti della grotte Lascaux

  • Le macchie nere, fenomeno che sta minacciando le celeberrime grotte Lascaux, site nella Francia sud-orientale e famose per le loro eccellenti pitture preistoriche, sono stabili, ma in leggera evoluzione. Questo è ciò che emerso da un incontro avvenuto a Parigi sulla protezione della cosiddetta Capella Sistina della preistoria.

  • Italia. Ecco il software che decritterà le misteriose tavolette dell’età del bronzo

  • La loro grandezza supera di poco quella dei moderni telefonini e per tentare di svelare l’enigma che contengono è stato usato un software sovente impiegato anche da Scotland Yard per le sue investigazioni.