storia rinascimentale - articoli in archivio

  • Gran Bretagna, Londra – Ostriche, granchi e frutta secca per gli spettatori di Shakespeare

  • Al posto dei pop-corn gli spettatori di Shakespeare mangiavano granchi, ostriche e frutta secca. La scoperta è stata effettuata dagli studiosi britannici Pat Miller e Julian Bowsher che hanno recentemente pubblicato per il Museo di Archeologia di Londra uno studio sui reperti biologici ritrovati nel terreno intorno all’area dove si trovava il Rose Theatre, famoso teatro dell’epoca di Marlowe e Shakespeare, sulla sponda sud del Tamigi.

  • Italia, Monsampolo del Tronto (Ap) – Scoperta una necropoli Rinascimentale

  • Nel corso dei lavori di scavo svoltisi per ristrutturare una chiesa di Monsampolo del Tronto (provincia di Ascoli) è stata scoperta una necropoli databile al XVI secolo. I corpi e l’abbigliamento indossato dagli uomini quando vennero sepolti sono stati ritrovati in ottimo stato di conservazione.

  • Italia, Firenze – Chiarito il mistero sulla morte di Francesco I de’ Medici: malaria

  • Finalmente svelato il mistero che avvolge da secoli la morte di Francesco I de’ Medici, causata da un attacco fulminante di malaria e non dall’arsenico. Il risultato dell’indagine scientifica, con tanto di prove paleopatologiche, è stato pubblicato dalla rivista “Archeologia Viva”.

  • Intervista a Andrea De Pascale, curatore del Museo Archeologico del Finale

  • Il museo archeologico del Finale, sito a Finale Ligure Borgo (SV), presso i Chiostri di Santa Caterina, è stato fondato nel 1931 (ma apre al pubblico quattro anni dopo, nel 1935) ed espone più di tremila reperti regionali risalenti a diversi periodi storici, quali il Paleolitico, il Mesolitico, il Neolitico, l’Età dei Metalli, l’epoca romana, l’Età tardo antica, il Medioevo e l’Età Moderna. La sua estensione è di trecentoventi metri quadrati e si sviluppa su nove sale più una dedicata alle mostre temporanee. Abbiamo intervistato per voi il Dottor Andrea De Pascale, curatore del museo.

  • Italia, Montalcino – inaugura il nuovo museo archeologico

  • Un nuovo gioiello accresce il patrimonio della Fondazione dei Musei Senesi che unisce i trentaquattro musei della Provincia di Siena, unico e funzionante esempio di rete di musei organizzati e sparsi nel territorio, in ambito italiano: Montalcino ampia il proprio orizzonte culturale grazie all’inaugurazione della sezione Archeologica presso l’area museale senese, ospitata dal convento in disuso di Sant’Agostino, chiamata Musei di Montalcino, raccolta Archeologica, Medievale, Moderna.

  • Italia, Busto Arsizio – viene alla luce una neviera cinquecentesca dal sottosuolo

  • Nel mezzo della zona centrale della città è stato fatto un singolare ritrovamento archeologico: si tratta di un’antica neviera cinquecentesca trovata sotto un famoso negozio di scarpe. Amborgio Sisti, padrone del punto vendita Lupis calzature, sito al numero 3 di via Cavour, accoglie i giornalisti con piacere. E perché non dovrebbe visto che sotto il suo negozio, del quale si occupa insieme al padre Piero, si nascondeva, dimenticato almeno da diversi decenni, un tesoro per la storia della città, che è stato portato alla luce in maniera del tutto casuale l’autunno scorso.

  • Polonia, Varsavia: identificati i resti di Copernico mediante due capelli.

  • Grazie a due capelli rinvenuti all’interno di un libro, appartenuto in passato a Niccolo Copernico, è stato possibile stabilire che il cranio ritrovato nel 2005 in una delle tombe della cattedrale di Frombock appartenesse effettivamente al famoso astronomo polacco. La scoperta, ad opera di un’equip polacco-svedese, è stata assicurata tramite confronto del Dna dei due reperti archeologici.