storia romana - articoli in archivio

  • Galles, Neath. Scoperte nuove strutture del forte romano di Nidum

  • Gli scavi all’interno dei campi sportivi della Dwr-y-Felin Comprehensive Upper School, nella cittadina di Neath, hanno portato alla luce strutture difensive romane del I secolo d.C. Il comprensorio sorge in parte sull’area dell’antico forte ausiliario romano di Nidum (oggi appunto Neath), che venne scoperto negli anni ’50 del secolo scorso. Il forte in pietra venne costruito agli inizi del II secolo d.C. in sostituzione di una precedente struttura di legno di I secolo, che si trovava in una posizione leggermente diversa. Il forte restò in uso, sebbene sporadicamente, fino al III secolo.

  • Tunisia, Cartagine. Sospesa la costruzione di edifici nel sito archeologico

  • È stata appena decretata dal Ministro tunisino della Cultura l’immediata sospensione della validità dei permessi di costruzione su aree di interesse archeologico e storico nel perimetro Cartagine-Sidi Bou Said. Questi terreni fanno parte dal 1979 del patrimonio dell’UNESCO, ma l’ex presidente Ben Ali aveva ottenuto illegittimamente i permessi di costruzione per il progetto immobiliare “Les résidences de Carthage” e per ville di lusso. I lavori per la realizzazione di una cisterna d’acqua destinata ad alimentare il palazzo presidenziale erano già stati incominciati sui resti di una chiesa cristiana del quarto secolo.

  • Ortucchio (Aq). Scoperto in una tomba il pasto commemorativo del defunto

  • Nel corso dei lavori per la realizzazione di un canale per mettere in sicurezza il versante montuoso, nei pressi di un’area già frequentata durante l’età del Bronzo, ad Ortucchio (Aq), è emersa una necropoli d’età romana scavata completamente nel terreno naturale, formato da un fango sabbioso color ocra di origine lacustre, che ha permesso la costruzione di tombe a camera a una profondità di due metri e mezzo circa.

  • Santorso (Vi). Conclusa la campagna di scavo sul Monte Summano

  • Si è appena conclusa la campagna di scavo diretta dalla Soprintendenza del Veneto e incominciata nel 2007 che ha permesso di verificare – a conferma della tradizione popolare – la presenza di un luogo di culto frequentato per circa un millennio, dal quinto secolo avanti Cristo sino a tutto il quarto secolo dopo Cristo. L’esistenza di un’area sacra di epoca romana è ipotizzata sin dall’età umanistica, con le indagini dei primi storici locali e il proliferare della leggenda di San Prosdocimo. La tradizione vuole che nel primo secolo egli sia salito sulla vetta del Summano per cancellare le ultime tracce

  • Perugia. Aprono al pubblico i sotterranei della Cattedrale di San Lorenzo

  • I resti della Perugia d’epoca etrusca, romana e bizantino-romanica s’intrecciano tra loro in un articolato percorso di gallerie e cunicoli che si sviluppano per oltre un chilometro sotto la Cattedrale di San Lorenzo. È il percorso archeologico che il 29 gennaio 2011, giorno in cui a Perugia si festeggia San Costanzo, patrono della città e dell’Arcidiocesi, è stato aperto al pubblico. La presentazione del percorso archeologico “un museo per conto suo” ha rappresentato per Perugia un evento straordinariamente importante poiché è destinato a divenire per la molteplicità e la ricchezza degli insediamenti patrimonio dell’umanità.

  • Aquileia. Serata musicale al Museo Archeologico

  • Sabato 20 novembre 2010, nell’ambito dell’iniziativa “Musei in musica”, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia ha ospitato l’Orchestra Nazionale Giovanile Italiana, diretta da Massimo Doninelli per una lunga serata musicale, iniziata alle 20 e conclusasi all’1, con brevi interruzioni. Un invito gratuito a visitare le sale del museo, scandito dalle note musicali, o a fermarsi e assaporare pienamente la musica.

  • Cina, Lanzhou. Sulle tracce della legione perduta

  • Gli antropologi ritengono possibile che alcuni cinesi dai tratti europei nel nord-ovest della Cina possano essere i discendenti di un’armata romana.

  • Roma. Villa dei Quintili, aperti i nuovi scavi

  • Il nostro appuntamento settimanale dei “venerdì di Archeorivista” questa volta è attualità, cronaca viva: racconta la visita di giovedì 25 novembre 2010 ad uno straordinario sito archeologico: la romana Villa dei Quintili, dove i lavori non sono terminati. Sono stati intanto presentati i risultati dei nuovi scavi e la sistemazione per il pubblico dell’area tra l’Appia Nuova e l’Appia Antica.

  • Farindola (Pe). Viene alla luce un anello-sigillo d’epoca romana

  • A Farindola, in provincia di Pescara, dai resti di un’abitazione romana, venuta alla luce nel corso di lavori abusivi per la realizzazione di un fabbricato, è recentemente emerso un anello-sigillo d’oro. La testimonianza è stata recuperata grazie alla fattiva collaborazione dei Marescialli Lattanzio e Columbaro e il Comandante Massimiliano Di Pietro della Stazione Carabinieri di Penne, che nel mese di settembre hanno aiutato Andrea Staffa, Funzionario della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo, nell’azione di tutela a salvaguardia della villa romana, che era stata parzialmente danneggiata perché i lavori di costruzione del fabbricato non avevano avuto il parere preventivo della

  • Israele, Gerusalemme. Scoperte le terme dei soldati romani

  • Un vasca termale risalente ad oltre 1800 anni fa è stata recentemente scoperta nel Quartiere Ebraico di Gerusalemme. Le indagini archeologiche si sono svolte in occasione della costruzione di un nuovo “miqve”, un complesso termale rituale per uomini.